Claudia Ciccotti, autrice di uno dei due gol con cui la Roma ha superato ieri in trasferta la Florentia, nella prima storica vittoria della Roma Femminile, ha parlato ai microfoni di Roma Radio commentando la partita che ha visto trionfare le ragazze di Elisabetta Bavagnoli. Queste le sue parole:

Oggi la sveglia è arrivata col sorriso.
"Finalmente è arrivata la prima vittoria, e non vedevamo l'ora".

Meritavate di più nelle partite precedenti.
"Non vedevamo l'ora perché si è fatta un po' attendere questa prima vittoria. Siamo state un po' sfortunate nelle prime partite. Certo siamo una squadra nuova, dovevamo conoscerci. La sfortuna ci ha impedito di portare a casa alcuni punti. Ieri però abbiamo tenuto duro e siamo riuscite a portare a casa la vittoria".

Vincere partite difficili rende sempre più forti.
"Dà molta soddisfazione portare a casa partite sofferte. Ce la siamo complicata noi, potevamo chiuderla prima, ma non abbiamo sfruttato molte occasioni. Poi per un episodio la partita si è riaperta. La vittoria ci dà morale per il recupero di mercoledì e per la partita di sabato prossimo".

E' un bene rigiocare subito?
"Ora ci manca dare continuità, speriamo di darla subito. Abbiamo due parite in casa. Speriamo di trovare la prima vittoria al Tre Fontane. Siamo uscite acciaccate da ieri, chiunque scenderà in campo vorrà portare a casa vittoria".

L'infortunio di Martina Piemonte.
"Per fortuna Martina sta meglio. E' rimasta questa notte in osservazione. Lo scontro è stato molto violento e ha subito perso conoscenza. Per fortuna si è ripresa. La vittoria è anche dedicata a lei, che non ha potuto terminare la partita".

Ci racconti le emozioni di questo inizio di stagione?
"Grandi emozioni. E' tutto nuovo anche per noi. Entrare nella grande famiglia della Roma è bellissimo. Siamo felici che la società abbia voluto puntare su di noi. E questo si può capire già dalla presentazione e da ciò che mette a nostra disposizione. Siamo felici anche perché stiamo facendo appassionare gente che non era vicina al calcio femminile. Il nostro obiettivo è quello di farci conoscere, apprezzare, e dire che ci siamo anche noi. E soprattutto onorare questa maglia".

Eri nella Res Roma. Come vi trovate in questa nuova realtà?
"Sicuramente noi del gruppo della Res ci conosciamo da più anni, ed è più facile giocare insieme. In squadra ci sono tante nuove ragazze, bisogna conoscerci e imparare a giocare insieme. L'intesa migliora sempre di più. E non può che essere così".

Il tuo nome resterà per sempre sulla prima vittoria.
"Fa piacere e me lo porterò sempre nel cuore come un bellissimo ricordo".