Usare il campionato per arrivare pronte all'appuntamento con la finale di Coppa Italia. È l'obiettivo della Roma Femminile che oggi scenderà in campo contro il Milan (avversario anche in coppa il 30 maggio) alle 15 al Tre Fontane. Un fattore determinante della crescita esponenziale che le giallorosse hanno avuto nella seconda parte di questa stagione (dalla sconfitta in Supercoppa del 6 gennaio in poi) è però la mentalità vincente, l'applicazione del classico "ragionare partita per partita". E allora la gara di oggi col Milan non è solo un antipasto della finale, ma l'opportunità di mantenere la continuità (7 vittorie nelle ultime 7 gare casalinghe) e arrivare più in alto possibile in classifica. Non si può puntare alla Champions League (ormai appannaggio di Juventus e Milan), ma si può sperare in un passo falso nelle ultime quattro giornate del Sassuolo per agguantare il terzo posto ora lontano sei punti. Non vale un posto in Europa, ma sarebbe il miglior posizionamento di sempre. Le motivazioni delle avversarie sono ancora più accese: se la squadra di Ganz dovesse perdere e la Juventus dovesse vincere le bianconere sarebbero di nuovo campionesse d'Italia. E poi Roma-Milan è sempre una sfida di cartello, uno scontro tra big con la squadra di Bavagnoli che deve invertire il trend negativo di sole sconfitte nei confronti precedenti e vendicare il ko dell'andata.

«È una gara importante - ha detto l'allenatrice Betty Bavagnoli a Roma Tv - lo era anche prima e ora ha un sapore interessante e diverso perché anticipa la finale di Coppa Italia. Siamo consapevoli della forza dell'avversario, ci siamo preparate bene e abbiamo anche un'autostima e una consapevolezza diverse rispetto al resto del campionato, quindi vogliamo continuare il nostro percorso di crescita». La consapevolezza è la chiave che rende la Roma diversa da ogni volta in cui ha affrontato il Milan, la chiave di volta della partita stessa. La coach dovrà ancora fare a meno di Andressa e Ciccotti (è invece rientrata in gruppo Baldi) e si va verso la conferma dell'undici che ha eliminato la Juventus dalla Coppa Italia, con Thomas da centravanti e Lazaro arretrata sulla trequarti. La sfida sarà trasmessa su Roma Tv e Timvision.

Un girone "romanista"

Ieri si è svolto il sorteggio che ha stabilito le avversarie dell'Italia nelle qualificazioni al Mondiale del 2023. Le azzurre (partite in prima fascia) sono nel gruppo G, un raggruppamento molto giallorosso. Oltre a Croazia, Moldova e Lituania, ci sono anche Svizzera e Romania, rispettivamente le squadre di Vanessa Bernauer e Camelia Ceasar. Si qualificheranno le prime di ogni girone, mentre le seconde faranno un play-off per i due posti rimanenti. Le prime gare si giocheranno a fine settembre 2021.

Le formazioni ufficiali

Roma (4-2-3-1): Ceasar; Soffia, Swaby, Linari, Bartoli; Giugliano, Bernauer; Bonfantini, Thomas, Serturini; Lazaro
A disposizione: Baldi, Erzen, Corrado, Pettenuzzo, Greggi, Severini, Corelli, Banusic, Massa
Allenatrice: Bavagnoli

Milan (3-5--2): Korenciova; Vitale, Agard, Fusetti; Bergamaschi, Hasegawa, Jane, Boquete, Tucceri; Giacinti, Dowie
A disposizione: Piazza, Rizza, Kulis, Spinelli, Salvatori Rinaldi, Mauri, Rask, Tamborini, Morleo
Allenatore: Ganz