Si cresce anche con le sconfitte. La Roma Femminile viene battuta dal Milan 2-1 al Tre Fontane nella nona giornata di Serie A. Le giallorosse disputano una prova di qualità e determinazione ma non riescono a prolungare la serie di risultati positivi. Nel primo tempo provano a sopperire alle assenze importanti di Bernauer e Greggi, trovando anche il vantaggio con la rientrante Simonetti (31').

«La prima mezz'ora siamo state in controllo poi però è arrivato il pareggio. Quando hanno segnato il 2-1 all'inizio del secondo tempo ci hanno un po' tagliato le gambe», spiega la numero 7. Al 38' e a pochi secondi dal rientro dagli spogliatoi, le rossonere ribaltano il risultato sfruttando due errori individuali della Roma. Il Milan da quel momento gestisce la partita, rendendo vano il tentativo di reazione delle giallorosse. Il risultato finale non dà punti ma porta con sè segnali incoraggianti: «Abbiamo giocato in avanti mettendo in difficoltà l'avversario - ha detto Bavagnoli a Roma Tv - usciamo dal campo a testa alta».

Anche l'allenatrice rossonera ha elogiato la prestazione della Roma, sconfitta con onore: «Questa squadra esprime un gran calcio, complimenti al lavoro di Betty che darà i suoi frutti. Abbiamo una filosofia di gioco simile e sono riuscite a non lasciarci spazi, soprattutto nel primo tempo». I circa cinquecento presenti al Tre Fontane hanno supportato le giallorosse e le hanno applaudite nonostante il risultato finale: anche a loro la prestazione della Roma ha mostrato una crescita importante che non può che continuare.