Oltre alla situazione Silvestri, per il resto del mercato della Roma c'è da registrare una novità attesa ma comunque importante. Ovvero il procuratore di Bernard, Adriano Spadotto, è partito dal Portogallo per sbarcare, ieri, a Liverpool. Dove nei prossimi giorni sicuramente incontrerà i dirigenti dell'Everton per parlare del futuro del brasiliano che tanto piace a Paulo Fonseca. Spadotto che ha parlato con il tecnico portoghese parecchie volte, metterà sul piatto la possibilità di un trasferimento di Bernard a Trigoria, aggiungendo pure che se l'Everton è intenzionato ad acquistare Olsen ci sarebbero tutti i presupposti per concludere l'affare senza che le due società siano costrette a staccare un assegno milionario. Bisognerà vedere se il club inglese sarà d'accordo.

Peraltro l'affare Bernard è dipendente da come evolverà la trattativa che l'entourage di El Shaarawy sta portando avanti con lo Shangai per rescindere il contratto che lo lega ai cinesi ancora per diciotto mesi. Il Faraone sa che la sua voglia di Roma sarà soddisfatta soltanto se si presenterà a costo zero. L'unica possibilità sembra essere quella di rinunciare a qualsiasi forma di buonuscita che è stata richiesta allo Shangai nell'ordine di qualche milione di euro.

Da segnalare, infine, che il procuratore di Ibanez, Frederico Moraes, è stato costretto a rinunciare al viaggio a Roma dato che sono stati bloccati i voli dal Brasile verso l'Italia. Visto l'Ibanez del derby, ci sembra che sia meglio per tutti. Compreso il procuratore che si sarebbe presentato per chiedere un adeguamento del contratto del suo assistito. Meglio rimandare.