Dall'esterno all'attacco, la Roma si muove sul mercato. Per quanto riguarda il reparto avanzato, non è un mistero che Fonseca sia un grande estimatore di Bernard, brasiliano e concittadino di un certo Toninho Cerezo, visto che è nato a Belo Horizonte ventotto anni fa. L'ex Shakhtar Donetsk (per questo il tecnico della Roma stravede per lui, avendolo già allenato) adesso è in forza all'Everton, dove è "parcheggiato" Robin Olsen. Il portiere svedese, che ieri ha compiuto 31 anni, resterebbe volentieri in Premier e l'Everton lo tratterrebbe. La cosa è reciproca, quindi, e alla Roma interessa Bernard, che, utilizzato col contagocce da Ancelotti in questa prima parte di stagione, ha già dato il gradimento al trasferimento. Strada in discesa? . Il nodo per il brasiliano al momento è rappresentato dall'ingaggio: in Inghilterra coi bonus raggiunge i sei milioni di sterline e con tutta la buona volontà accettare una drastica riduzione (la Roma non andrebbe oltre i 3 milioni di euro) sembra al momento difficile, ma ci si lavora. A proposito di Bernard si è espresso Ancelotti in conferenza stampa: "Se qualche giocatore non è contento di restare e vuole andarsene, siamo aperti a parlare con loro. Ma al momento nessun giocatore ha chiesto di partire. E ad essere sincero non stiamo parlando con la Roma di Bernard". Sul possibile scambio con Olsen, ha detto: "Bernard è un nostro giocatore così come Olsen, ma sono situazioni totalmente diverse. Olsen vorremmo tenerlo per il futuro, ne parleremo con la Roma".

In alternativa a Bernard resta sempre vivo l'interesse per El Shaarawy. Il Faraone non avrebbe problemi di adattamento a tornare nella Capitale e nel nostro campionato. Anzi, sta spingendo per rimettersi la maglia giallorossa. Il problema in questo senso è rappresentato dallo Shanghai, che non vuole rescindere il contratto con il giocatore e per il prestito di sei mesi vuole due milioni di euro. Troppo, pensano a Trigoria, dove confidano comunque nella voglia di Roma di Stephan pronto a decurtarsi e di parecchio l'attuale ingaggio.

Intanto ieri Fabrizio De Vecchi, collaboratore dell'agente David Pantak e intermediario delle trattative legate ad Arkadiusz Milik, ha raccontato ad Asalcuni dettagli della situazione riguardante l'attaccante del Napoli. Roma e Juventus, in estate vicinissime a Milik, potrebbero rifarsi sotto: «Non escludo un ritorno di fiamma, Sono due squadre di vertice e mi sembrerebbe naturale che tornassero ad interessarsi ad Arek». Migliorano, infine, le condizioni di Morgan De Sanctis dopo l'intervento per l'incidente dei giorni scorsi: è stato trasferito in reparto.