Dan Friedkin si è preso la Roma, viva Dan Friedkin. Ci voleva, ma i numeri di bilancio della Roma sono ovviamente ancora tutti lì. Numeri preoccupanti. Numeri che la nuova proprietà dovrà comunque migliorare. Numeri relativi al bilancio, al monte ingaggi, a un fatturato che dovrà crescere. Nell'immediato, oltre a un aumento di capitale, si potrà e si dovrà lavorare su un monte ingaggi fuori controllo soprattutto per una Roma che per il secondo anno consecutivo sarà costretta a guardare in televisione la ricca Champions.

In attesa di un nuovo direttore sportivo, si dovrà provvedere a uno sfoltimento di una rosa extralarge. Cercando di vendere esuberi che pesano in maniera inaccettabile sui costi. Avendo come obiettivo anche quello di fare plusvalenze, magari pure con qualche giocatore (Zaniolo e Pellegrini sono esclusi dalla lista) che nelle intenzioni non è inserito nella lista dei cedibili. Vediamo allora con tanto di nostre percentuali di permanenza, giocatore per giocatore, la situazione a meno di dieci giorni dal closing per il passaggio di proprietà.

Porta e Difesa

Pau Lopez 49%

Alla fine del girone d'andata, a tutto si sarebbe potuto pensare meno che a un problema portiere. E invece lo spagnolo, prima e dopo il lockdown, ha messo insieme una serie di prestazioni da mani nei capelli. E allora il suo futuro è tutto da scrivere. Con un problema: un costo d'acquisto complessivo, 12 mesi fa, di circa 30 milioni, che rende tutto più difficile. Si parla (nessuna conferma però) di un possibile scambio con il Torino per Sirigu. Di sicuro a Trigoria piace parecchio l'argentino Musso dell'Udinese.

Mirante 99%

Ha un altro anno di contratto e nessuna intenzione di lasciare i guanti nel cassetto di casa, come qualcuno aveva ipotizzato inserendolo in un ipotetico staff di De Rossi col ruolo di preparatore dei portieri. Oltretutto quando è andato in campo ha sempre risposto positivamente.

Fuzato 1%

Dopo due anni da terzo, il ragazzo brasiliano, insieme al suo procuratore Diego Tavano, ha deciso di andare a giocare. Lo farà in Portogallo, al Gil Vicente, dove si trasferirà con la formula del prestito.

Olsen 12%

Lo svedese è rientrato, pure anzitempo, dal prestito al Cagliari. Ha altri tre anni di contratto (benedetto Monchi) ma pur con tutta la buona volontà ci sembra difficile che possa essere riproposto in giallorosso. Ha un ingaggio che lo taglia fuori da molte squadre, per lui si sta cercando una sistemazione in Premier con Leeds e Newcastle che sembrerebbero interessate

Florenzi 14%

Questione delicata. Con Fonseca non è mai nato il feeling tecnico, cosa che nel gennaio scorso lo ha portato al trasferimento in prestito al Valencia dove le cose, peraltro, non sono andate benissimo. Ha un contratto pesante (circa tre milioni netti a stagione) che ne limita le opzioni di trasferimento, che alla Roma garantirebbe una plusvalenza quasi intera. Piace ad Atalanta e Fiorentina. Coi viola si starebbe provando a mettere in piedi uno scambio con Castrovilli.

Karsdorp 7%

Che possa rimanere a Trigoria è un'eventualità legata soltanto all'impossibilità di trovare qualche squadra disposta a prenderlo (cosa non da escludere). La Roma è disponibile a trattare su qualsiasi formula.

Bruno Peres 70%

Il Siviglia lo ha riportato sulla terra e con lui un po' tutti noi che nel finale di campionato ci eravamo un po' illusi (pure Fonseca). Ha un altro anno di contratto, trovargli una sistemazione non sarà semplice.

Santon 75%

Più o meno vale lo stesso discorso fatto per Bruno Peres. Complesso trovare una squadra che si accolli l'ingaggio del ragazzo. In questo senso però ha un vantaggio: lo stesso procuratore di Zaniolo.

Mancini 97%

Se Fonseca, come probabile, rimarrà, Mancini sarà uno dei punti fermi della seconda Roma portoghese. È arrivato lo scorso anno e la sua stagione non è stata negativa, anzi. Può essere ceduto solo di fronte a uno scambio al motto di viva le plusvalenze.

Fazio 70%

Questa stagione da comandante lo ha degradato a caporal maggiore. È sul mercato ma è difficile, molto difficile, trovargli una squadra disposta a prenderlo, conseguenza pure di un ingaggio importante.

Juan Jesus 6%

Leggasi Fazio, anzi anche di più visto che il brasiliano in questa stagione è stato più a casa che in panchina o in tribuna. Ha altri 12 mesi di stipendio garantito. Potrebbe tornare in Brasile o rientrare in qualche scambio. Piace al Cagliari.

Ibanez 98%

È stato una delle poche note positive dell'ultima parte della stagione, Siviglia a parte. È arrivato nel mercato del gennaio scorso per una cifra complessiva di circa 11 milioni. Destinato a rimanere.

Kolarov 98%

Ha rinnovato da pochi mesi per un'altra stagione. Immaginare una sua partenza, pur considerando la carta d'identità, sembra difficile.

Spinazzola 79%

Dodici mesi fa è costato circa 30 milioni, pensare di cederlo oggi provando a fare plusvalenza è un esercizio di sfrenato ottimismo. A meno non si materializzi uno di quegli scambi che nascono proprio con lo scopo di garantirsi plusvalenze per entrambi i club coinvolti.

QUI LE PERCENTUALI DEL CENTROCAMPO

QUI LE PERCENTUALI DELL'ATTACCO