Eppure qualche cosa si muove. Anche nel mercato della Roma che, fin qui, nonostante il tanto lavoro da fare, finora è stato fatto soprattutto di chiacchiere e poco più. L'ufficialità dell'arrivo di Fonseca, santificata ieri dall'incontro a Londra con Pallotta, dovrebbe ora dare una sterzata, sperando che prima o dopo ci sia pure l'ufficialità del nuovo direttore sportivo, Gianluca Petrachi. Che, martedì sera, ha incontrato Fonseca a Milano per una chiacchierata in cui stilare a grandi linee le priorità di mercato, E tra queste c'è anche quella che il portoghese gradirebbe avere un giocatore che già conosce. Se poi fosse anche il regista-mediano che sta cercando, allora sarebbe perfetto.

Il regista mediano

Il primo nome della lista del portoghese per questo ruolo che ritiene fondamentale per le fortune del suo preferito quattro-due-tre-uno, è quello del brasiliano Fred. Lo ha avuto in Ucraina nelle sue prime due stagioni allo Shakthar trasformandolo nell'uomo giusto al posto giusto, mediano e regista davanti alla difesa. Al punto che la scorsa estate si presentò il Manchester United e se lo portò via per sessanta milioni di euro, garantendo al brasiliano cinque anni di contratto per la modica cifra di cinque milioni di euro netti a stagione. Solo che tanta grazia poi in campo non è stata ripagata visto che il brasiliano la Premier l'ha quasi sempre vista da spettatore. Anche per questo Fonseca lo ha messo in cima alla sua lista, convinto di poter garantire al giocatore la squadra giusta per tornare titolare nella Seleçao. È chiaro che la trattativa non si presenta tra le più facili, ma con un po' di coraggio e fantasia e con la spinta del giocatore stesso, ci possono essere i contorni per un prestito oneroso, magari pure biennale, con un riscatto già fissato. Tra i possibili discepoli di Fonseca che il tecnico potrebbe gradire di avere alle sue dipendenze anche alla Roma, c'è sicuramente anche il nome di Ismaily, il brasiliano esterno sinistro basso che nelle due partite dello Shakthar contro la Roma, lasciò un'impressione buonissima. E c'è da dire che il giocatore gradirebbe visto che da un paio di giorni ha cominciato a seguire i social della Roma con una marea di like conseguenti. Il problema è che gli ucraini chiedono uno sproposito per il cartellino, anche se ieri, una notizia arrivata dalla Turchia che parlava di accordo fatto tra Kolarov e Fenerbahce, ha fatto nascere il dubbio che la Roma ci stia provando sul serio per Ismaily. Tornando al ruolo di Fred, anche se non è poi così simile al brasiliano, piace anche Nicolò Barella giocatore che la Roma, sotto traccia, da tempo sta provando a prendere. Il presidente del Cagliari ieri ha dichiarato che il suo giocatore potrebbe finire anche in una squadra che non fa la Champions League facendo accendere una piccola speranza. In realtà, per quello che sappiamo, il Cagliari sta chiudendo l'affare con l'Inter e quelle parole probabilmente sono servite a spillare qualche soldo in più al club nerazzurro.

Il centravanti

Pure qui qualcosa si muove. In uscita, per adesso. Di Dzeko avviato verso l'Inter se ne parla da settimane, anche se la questione non è ancora definita perché la distanza tra offerta (13 milioni) e richiesta (20) è ancora piuttosto marcata. Ma a libro paga del club giallorossi ci sono altri tre numeri nove: Schick, Defrel e Ponce appena rientrato dal prestito all'Aek Atene. Per il ceco ieri è arrivata un'intricante richiesta da parte del Borussia Dortmund che pare sarebbe disposto anche ad acquistarlo, solo che la Roma, fino al prossimo primo febbraio, se lo dovesse vendere, una buona parte dell'incasso la dovrebbe dare alla Sampdoria. E allora la questione potrebbe trasformarsi in un prestito con diritto di riscatto. sempre che la Roma decida di darlo via, cosa che al momento è tutta da verificare. Per Defrel, se non sarà riscattato dalla Sampdoria, non mancano le richieste, dall'Atalanta al Cagliari con cui, nel caso, si potrebbe imbastire uno scambio con Pavoletti. Infine Ponce. Che potrebbe essere la prima cessione stagionale visto che è quasi fatto il suo trasferimento allo Spartak Mosca per otto milioni, praticamente tutti di plusvalenza. Vanno bene le cessioni, ma chi sarà il centravanti della Roma nella prossima stagione? Pur con tutte le dovute cautele del caso, continua a circolare con una certa insistenza la possibilità che Mauro Icardi si trasferisca alla Roma. Lo scambio con Dybala non sembra possa concretizzarsi perché l'argentino non vuole andare all'Inter. E allora la società nerazzurra insiste con la Roma perché Conte non lo vuole neppure in ritiro. Rimane un'operazione difficile, ma mai dire mai.