Ospite del programma radiofonico "La Oral Deportiva" sulle frequenze di Radio Rivadavia, Diego Perotti è tornato a parlare di un ipotetico ritorno al Boca Juniors, ma anche del futuro di Daniele De Rossi. "Io ho un contratto fino a metà 2021, ma mi piacerebbe tornare in Argentina. La prima volta che sono tornato, avevo già avuto delle ricadute al Siviglia. A volte ti dicono che cambiare aria fa bene, però quello che conta è la testa. Quando stavo al Boca, a causa dei tanti infortuni sono stato vicino dal prendere la decisione di lasciare il calcio. All'epoca la Nazionale non era un mio pensiero, non pensavo nemmeno di poter continuare a giocare. Nonostante gli infortuni, sono contento della carriera che ho fatto".

Su De Rossi: "Se un calciatore come lui pensa di poter venire al Boca, vuol dire che il tifo argentino trasmette qualcosa. I calciatori stranieri vogliono vivere quello che si vive in uno stadio argentino. Ho molti compagni stranieri, non solo europei ma anche brasiliani, che dicono che quello che si vive qui è differente. Certamente anche la famiglia influisce in queste scelte, in Argentina non si vive con la tranquillità che c'è in Europa e venire qui per una soddisfazione personale è un po' egoista. Sicuramente a De Rossi piace il Boca, vedeva i Superclasicos (Boca-River) insieme a Paredes, ma non so se vuole venire. E' una decisione personale".