le trattative

Mercato, Zaniolo si riveste di giallorosso, per il centrale risale Tanganga

La foto profilo sui social di Nicolò diventa l’esultanza sotto la Sud, un altro segnale per il suo futuro. Per il difensore del Tottenham possibile prestito con obbligo

Zaniolo esulta dopo il gol allo Shakhtar

Zaniolo esulta dopo il gol allo Shakhtar (As Roma via Getty Images)

10 Agosto 2022 - 10:00

Nico si riveste di giallorosso. In questa epoca in cui l’informazione spesso passa attraverso quelle trappole che sono i social, a nessuno ieri è sfuggito il particolare di uno Zaniolo, sul suo profilo Instagram, di nuovo vestito con la maglia della Roma sotto la Sud dopo il gol allo Shakhtar. È un segnale che azzera il dopo Tirana quando cioè il ventidue postò foto in maglietta blu senza nessun riferimento giallorosso.

Detto questo, passiamo ad analizzare la situazione del centrale difensivo che Pinto sta cercando con l’obiettivo di metterlo a disposizione di Mourinho come da richiesta del tecnico portoghese. Le ultime danno in risalita l’opzione Tanganga, il giovane centrale del Tottenham che il club inglese sarebbe disposto a dare in prestito con un diritto di riscatto che si trasforma in obbligo a determinate condizioni. Lunedì scorso in visita a Trigoria c’è stato il rappresentante del giocatore per l’Italia, ribadendo la disponibilità del ragazzo a tornare a lavorare con lo Special One che lo ha lanciato nel calcio professionistico quando sedeva sulla panchina degli Spurs. I termini dell’operazione sarebbero abbordabili, prestito intorno al milione, ingaggio del giocatore altrettanto visto che guadagna un milione e duecentomila euro netti (due mensilità sono già andate). Prima di tornare su Tanganga, però, Pinto vuole approfondire altre piste. In particolare quella che porta a Eric Bailly, l’ivoriano in uscita dal Manchester United, pure lui voluto da Mou nel lontano 2016. Ora Bailly ha ventotto anni, è reduce da qualche stagione sfortunata per colpa di svariati infortuni e sa che al Manchester la presenza di quattro centrali come Varane, Mcguire, Lindelof e l’appena acquistato Martinez gli preclude le possibilità di tornare a giocare. E allora Bailly ha già detto sì alla Roma, ma la richiesta del club inglese di tre milioni per il solo prestito (il giocatore guadagna cinque milioni e duecentomila euro netti) fin qui ha frenato la trattativa. In seconda battuta, rimane sempre l’ipotesi Zagadou. Il centrale francese si è svincolato dal Borussia Dortmund, conseguenza di un paio di stagioni ricche solo di stop fisici, è più che disponibile a vestirsi di giallorosso, ma a Trigoria i dubbi fisici hanno consigliato di prendere tempo.

Ieri, intanto, è diventato ufficiale il trasferimento di Carles Perez al Celta Vigo con la formula del prestito oneroso (un milione e centomila euro) con diritto di riscatto fissato a undici milioni (non ci risultano condizioni da centrare affinché il diritto si trasformi in obbligo). Sempre ieri ha salutato anche Gonzalo Villar passato alla Sampdoria sempre in prestito con diritto di riscatto. Il centrocampista ha salutato i tifosi con una foto con la maglia della Roma: «Voglio ringraziare i tanti tifosi romanisti che mi hanno scritto in questi giorni. Un grande in bocca al lupo alla Roma per quest’anno». Pure a te, Gonzalo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA