le trattative

Calciomercato, La Roma fa spazio per l'arrivo di Belotti

Il club lavora alle cessioni in attacco per ufficializzare l'attaccante Azzurro. Ufficiale il passaggio di Veretout al Marsiglia. Per la difesa, più Zagadou di Bailly

Andrea Belotti con la maglia del Torino

Andrea Belotti con la maglia del Torino

Gabriele Fasan e Matteo Vitale
06 Agosto 2022 - 07:00

E non finisce qui. Ieri è stata una giornata lunga e calda tra partenze e arrivi, con l’addio di Veretout e l’annuncio di Wijnaldum, che ha mandato in visibilio la tifoseria giallorossa. Il mercato in entrata, però, non terminerà con l’arrivo dell’olandese. Il general manager Tiago Pinto è al lavoro per regalare a Mourinho un altro grande colpo: si tratta di Andrea Belotti, ex capitano del Torino, che dovrebbe arrivare a completare il reparto offensivo con Dybala, Abraham e Zaniolo. Nel mondo del calcio, nei vari ambienti calcistici, si dà ormai per scontato che la nuova casa del Gallo sarà proprio la Capitale, dove ritroverebbe, dopo Palermo, la Joya. L’attaccante azzurro ha già dato la propria parola alla dirigenza giallorossa, ma perché si concretizzi il suo trasferimento alla corte dello Special One devono realizzarsi alcune condizioni imprescindibili. Si tratta delle cessioni nel reparto offensivo, che oltre ai big nominati in precedenza conta anche Eldor Shomurodov e Carles Perez.

Entrambi sono con un piede fuori Trigoria, motivo per il quale l’arrivo del Gallo è più vicino di quanto possa sembrare. L’ex Barcellona è un passo dal Celta Vigo: i due club si aspettano la chiusura della trattativa tra oggi e domani. Le parti hanno sempre trattato sulla base di un prestito con diritto di riscatto, con la Roma che spingeva per l’obbligo: nelle ultime ore la dirigenza del club spagnolo parrebbe essersi convinta ad accettare le condizioni dettate dal gm portoghese. Il suo addio si avvicina ad ampie falcate e lo stesso vale per Shomurodov.

L’uzbeko è prossimo al Bologna e sulle sue tracce c’è anche il Torino, più defilato. I contatti per il suo trasferimento in Emilia sono fitti e costanti e le due società stanno lavorando a un prestito con obbligo di riscatto condizionato fissato a 11 milioni. La dirigenza rossoblu tentenna di fronte alla richiesta della società giallorossa, che però non vuole fare sconti per evitare minusvalenze. Possibile che la Roma faccia un passo verso il Bologna magari con modalità di pagamento più facilmente gestibili. Manca ancora l’ok dell’ex Genoa e del suo entourage, ma c’è fiducia. Un altro giocatore in uscita è Gonzalo Villar, vicinissimo alla Sampdoria: l’operazione è quasi conclusa, i due club hanno trattato per un prestito con diritto di riscatto. Anche qui Pinto aveva posto come condizione l’obbligo di riscatto, ma in questo caso potrebbe concedere la semplice opzione: Villar potrebbe anche rilanciarsi e valorizzarsi in un ambiente con meno pressioni e in quel caso la sua cessione la prossima estate non sarebbe un problema. In partenza anche Kluivert, Diawara e Calafiori: per i primi due il viaggio del gm giallorosso a Londra è stato prolifico. Per l’olandese c’è una trattativa avanzata con il Fulham, con il Nizza che resta in corsa (avendo anche il gradimento del giocatore, che in Francia si è trovato bene), per l’ex Napoli ci sono sondaggi da squadre inglesi. Per Calafiori sul tavolo ci sono le proposte di Genoa, Cagliari e Cremonese.

Ha salutato, invece, Jordan Veretout: il francese ieri è ufficialmente passato al Marsiglia. L’ex Fiorentina lascia i colori giallorossi dopo tre stagioni: «Grazie di tutto», gli ha dedicato un video di congedo la Roma. Il suo addio potrebbe portare nelle casse del club giallorosso fino a circa 15 milioni, oltre ad aver consentito una plusvalenza. Non è la prima di questa sessione, dopo Olsen, Florenzi e Milanese, e potrebbe non essere l’ultima. In entrata, però, non solo Belotti: si continua a lavorare al quinto difensore centrale. Si è raffreddata la pista che avrebbe portato a Bailly e riprende quota quella legata al francese Zagadou: si riflette sulle sue condizioni fisiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA