L'attesa è finita

Wijnaldum emerge dalle acque di Trigoria, ora è giallorosso

Arriva in prestito con diritto di riscatto. Serviranno 8 milioni per tenerlo, il Psg paga metà ingaggio. Presentato con un video in cui esce dalla piscina del Fulvio Bernardini

Georginio Wijnaldum (As Roma via Getty Images)

Georginio Wijnaldum (As Roma via Getty Images) (As Roma via Getty Images)

06 Agosto 2022 - 09:27

La Lega Calcio ha comunicato il deposito del contratto di Wijnaldum poco dopo le 16, dopo qualche ora anche la Roma, verso le 20, sempre con il tweet diviso in due, per supportare la campagna sui minori scomparsi. Prestito con opzione per l’acquisto al termine della stagione, i termini economici dell’accordo non sono stati resi noti, ma il riscatto è fissato a 8 milioni, e lo stipendio per la prima stagione sarà diviso a metà tra club cedente, il Psg (che pagherà il famoso bonus da 3 milioni, e tre mensilità) e club acquirente (il resto, 5 milioni).

Uno sforzo economico importante, per un giocatore che la Roma ritiene in grado di far fare il salto di qualità a una rosa già potenziale con l’arrivo dello svincolato Dybala, non al posto di Zaniolo ma al suo fianco (salvo offerte pesanti dell’ultim’ora, al momento improbabili). Un colpo pesante, che però non avrà un bagno di folla come l’ex Juve, o almeno non tutto per lui: non ci sarebbero i tempi per una presentazione personalizzata, il giocatore verrà annunciato in modo particolare domani sera all’Olimpico con lo Shakhtar Donetsk, alla prestazione ufficiale della squadra.

Non è dato sapere se verrà convocato, oppure scenderà sulla pista d’atletica per salutare i tifosi e poi si accomoderà in tribuna, anche se il fatto che sia stato annunciato prima dalla Lega che dalla Roma (che prima voleva scattare le foto e girare il mini-video di presentazione) potrebbe essere un indizio. Di solito prima ci si preoccupa del comunicato, poi del deposito in Lega, a meno che non ci sia una particolare fretta per avere il transfer per farlo giocare. Per cui non sarebbe così assurdo vederlo in panchina con i compagni, con tutto che li ha conosciuti solo a cena, giovedì sera, e non si è ancora allenato con loro, visto che la giornata di ieri è passata per tutte le formalità burocratiche, a partire dalle visite, alle 8.30 di mattina, a Villa Stuart, fino alla firma sul contratto.

Molto suggestivo il video di presentazione, in cui esce dalla piscina di Trigoria con la divisa da gioco, e la maglia numero 25. Oggi tornerà da quelle parti per il primo allenamento col gruppo, domani si godrà l’ovazione dell’Olimpico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA