Avanti piano. Perché è vero che Tiago Pinto ha la condivisibile ambizione di mettere a disposizione di Mourinho una rosa quasi al completo già per l'inizio della stagione (raduno il quattro luglio a Trigoria), ma è altrettanto vero che la fretta di chiudere trattative, potrebbe rivelarsi cattiva consigliera portandosi dietro il rischio di spendere di più del giusto. E allora, appunto, avanti piano. Dopo Svilar e Matic, entrambi arrivati a parametro zero, il ds romanista sta lavorando su un altro centrocampista e un esterno destro basso. Due i nomi che, più di tutti gli altri, sembrano i favoriti per presentarsi da Mourinho. Sono Frattesi e Celik. Che, dal canto loro, quello che dovevano fare, lo hanno fatto visto che entrambi hanno già dato la loro piena disponibilità al trasferimento a Trigoria. Con l'esterno del Lille ci sarebbe già un accordo per un contratto quinquennale a poco meno di due milioni netti a stagione. Con il ragazzo cresciuto a Trigoria, considerando anche gli ottimi rapporti con il suo procuratore (manager anche di Mancini e Cristante), sono state già gettate le basi per un quinquennale da un milione e quattrocentomila euro più una serie di bonus a crescere. Il sì dei due giocatori può essere soltanto un vantaggio nella ricerca di un accordo con Sassuolo e Lille. Più complesso al momento sembra quello con il club emiliano, anche per una questione di contropartite tecniche su cui le due squadre non trovano il punto d'incontro. Più semplice, anche se ancora da trovare, sarà arrivare alla fumata bianca con il Lille. La differenza tra offerta e richiesta si è ridotta a meno di due milioni, si potrebbe chiudere tra i sette e gli otto.

Aouar in allenamento col Lione (Getty Images)

Per l'altro centrocampista, ieri dalla Francia sono arrivate piccole conferme a proposito di Aouar. Il Lione avrebbe chiesto 25 milioni per il cartellino del suo giocatore (può essere) in scadenza nel 2023, la Roma avrebbe offerto 20 (non può essere). Semmai il club giallorosso nella trattativa è pronto a inserire Veretout (in uscita) richiesto proprio dal Lione (oltre che da Marsiglia e Monaco). A Trigoria Pinto sta mettendo a punto anche il programma della prossima stagione. Programma di cui non farà parte sicuramente Diawara. Al nuovo procuratore del giocatore è stato detto con chiarezza che se continuerà a rifiutare offerte, come ha già fatto parecchie volte in passato, il destino di Amadou sarà quello vissuto da Santon nella passata stagione. In partenza c'è anche Carles Perez ma qui la situazione è diversa. Lo spagnolo è apprezzato, ma c'è bisogno di fare cassa, il Villarreal è un'opzione, ma ci sono anche due club italiani. Villar andrà via con la formula della cessione definitiva, pure per lui si prospetta un futuro spagnolo (Getafe o Maiorca). Reynolds tornerà in prestito in Belgio, Fuzato andrà via (Spagna o Portogallo). Per Florenzi siamo ai dettagli con il Milan sulla base di quasi tre milioni.