Poco più di un anno fa concludevamo con un auspicio il primo articolo dedicato a Campo Testaccio uscito su questo giornale dal suo ritorno in edicola: chiedevamo che la logica del bene comune prevalesse su quelle dei due partiti al governo al Campidoglio e in Muncipio. Così è stato fino a poco fa, con la bonifica dell'area di Via Zabaglia ultimata in tempi rapidi dopo più di un anno di stallo istituzionale. Ma negli ultimi giorni qualcosa si è rotto. Se l'altro ieri era stata Claudia Santoloce, presidente della Comissione politiche sociali del Municipio, a lamentare l'assenza di Frongia alla riunione a cui era stato invitato, ieri è stato invece l'assessore allo sport a lanciare l'offensiva. Nel mirino il Percorso di Partecipazione Popolare, un tavolo attivato dal Municipio per raccogliere idee e proposte del territorio da presentare al Comune. Il testo dell'iniziativa «potrebbe infatti confondere la cittadinanza interessata a proporre progetti per strappare all'abbandono lo storico impianto di via Zabaglia».

L'assessore lo ha segnalato in una nota inviata al segretario generale del Campidoglio, Pietro Paolo Mileti, e per conoscenza anche alla presidente del Primo Municipio, Sabrina Alfonsi. Al suo interno si legge: «Alcune realtà sportive interessate all'area hanno interrotto i rapporti con il Dipartimento Sport ritenendo il Municipio quale unico interlocutore per la riqualificazione. Questo potrà contribuire all'ulteriore degrado dell'impianto». Nella nota Frongia chiede di modificare il testo del progetto municipale in modo da non creare ambiguità, ma ciò che spaventa di più chi come noi è interessato solo alla riqualificazione dell'area è la possibilità che il ritorno di Campo Testaccio possa subire ulteriori ritardi a causa del raffreddamento dei rapporti tra l'Assessorato capitolino e il Municipio. La riqualificazione, lo ricordiamo, è giunta solo alla sua fase embrionale, con l'enorme buca di via Zabaglia ripulita dalla vegetazione ma ancora abbandonata. Adesso però occorre di sapere quale sarà il progetto transitorio e quando si farà. In attesa di conoscere dettagli e tempistiche del bando che assegnerà il campo sportivo. Non fermiamoci adesso.