"Sono stati 3 mesi belli. Sì, mi arrivano le voci dell'ambiente e dello scetticismo. A Roma basta accendere la radio e sapere, si sentiva parlare del mio acquisto e della cessione di Nainggolan". Queste le parole del nuovo terzino destro della Roma, Davide Santon, intervistato dall'emittente satellitare Sky Sport.

"Sono arrivato qua sapendo che per me doveva essere una rinascita - continua Santon - dovevo riscattarmi e soprattutto ripagare la fiducia della Roma e far ricredere i tifosi. Sto dicendo che ognuno può avere dei periodi bassi, ma sono arrivato qua con la voglia di rimettermi in gioco. Qui sono stato bene fin da subito e mi hanno dato l'opportunità di dare il 100%, stanno arrivando le risposte giuste. Certo, non si è fatto ancora niente ma due partite sono importanti perché venivamo da un periodo brutto, dobbiamo puntare in alto. C'erano già stati contatti con Monchi già prima, se sono qua è anche merito suo. Spero di rimanerci per tanto tempo".

Mourinho è stato il primo a lanciarti...
"Lo ringrazierò sempre, anche Monchi con Di Francesco. E anche i compagni che mi hanno aiutato a inserirmi".

Sei tornato il vero Santon dopo il derby?
"Penso di aver dato il massimo. E' una partita che se non dai il massimo non vinci. E' stata una vittoria importante".