Gli adesivi antisemiti lasciati in Curva Sud dai sostenitori della Lazio in occasione della gara contro il Cagliari comporteranno con ogni probabilità l'apertura di un fascicolo da parte della FIGC. Molte cariche istituzionali hanno già condannato l'accaduto, mostrando solidarietà alla comunità ebraica. "Questo non è calcio, questo non è sport, ha ragione Dureghello Presidente della Comunità Ebraica di Roma, ndr)", il commento di Virginia Raggi affidato al proprio profilo Twitter. Anche il Ministro per lo Sport Luca Lotti condanna "con forza il grave episodio. Quello che è accaduto ieri sera è gravissimo, non ci sono giustificazioni: sono episodi da condannare, senza se e senza ma. Sono sicuro che le autorità competenti faranno luce su quanto accaduto e che i colpevoli saranno presto individuati e condannati", si legge su ANSA.IT. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha commentato l'accaduto ai microfoni di adnkronos, durante un Viaggio della Memoria sui luoghi della Shoah: "Dal campo di sterminio di Treblinka, osservare quello che sta accadendo sulla figura di Anna Frank a Roma non può che provocare ancor più indignazione. Siamo qui per la prima volta con 120 professori di Roma e del Lazio per contrastare ogni forma di ignoranza e revisionismo e rilanciare il ruolo della scuola in questa battaglia".