Special One è a Londra. Si presenterà da queste parti probabilmente verso la fine di giugno. Intanto c'è attivo un filo diretto e quotidiano con Tiago Pinto. Per cominciare a pianificare la prossima stagione, la prima di Morinho sulla panchina della Roma. Al portoghese è stato prospettato un programma che era stato già pianificato. Un programma che, per quello che ci risulta, prevede il raduno della rosa per il quattro luglio, domenica, a Trigoria. Ovviamente con l'esclusione di quei giocatori che parteciperanno agli Europei, la cui data di convocazione dipenderà da quanta strada faranno con la rispettiva nazionale. Nei giorni precedenti saranno fatte le visite mediche a Villa Stuart. Poi, il cinque, comincerà la preparazione precampionato.
Sarà fatta a casa, cioè a Trigoria. Dove farà pure caldo, ma la scelta in questo caso deve essere interpretata come obbligatoria a causa delle problematiche sanitarie con cui stiamo tutti facendo ancora i conti. Se da qui a fine giugno, i parametri della pandemia dovessero drasticamente diminuire, allora si potrà prendere in considerazione la possibilità di andare un paio di settimane in montagna. Una decisione, comunque, che dovrà essere presa prima della metà di giugno per consentire l'organizzazione del ritiro. Dopo molti anni con un'estate vissuta tra Stati Uniti e Australia, stavolta non è prevista nessuna tournèe all'estero, pure qui per evitare problematiche di Covid.
La decisione finale spetterà a Mourinho. Il portoghese, come detto, sbarcherà a fine giugno e, in quel periodo, ci sarà la conferenza stampa di presentazione. Che, come è facile immaginare, sarà molto, ma molto affollata. Per questa ragione non è stato ancora deciso il luogo dove si terrà la conferenza stampa. La Roma preferirebbe farla a Trigoria, ma se i numeri delle presenze non lo consentiranno, sarà organizzata all'Olimpico.