Steven Nzonzi, centrocampista acquistato dalla Roma nell'ultima sessione di calciomercato, è reputato in Francia come uno dei più grandi protagonisti della vittoria del Mondiale di Russia 2018. Il gigante francese, infatti, è entrato nel secondo tempo della finale al posto di un opaco N'Golo Kanté e ha cambiato la partita, garantendo ai suoi quella sicurezza che il centrocampista del Chelsea non era riuscito a dare. 

In una breve intervista rilasciata a L'Equipe, Nzonzi ha rivelato cosa gli avesse detto Didier Deschamps pochi istanti prima del suo ingresso in campo, al 55esimo minuto della finale. Queste le parole del centrocampista giallorosso:

"Poco prima del mio ingresso in campo, il mister mi ha riferito parole di incoraggiamento. Mi ha detto: 'Tutto andrà bene, dai tutto come al solito!'. Le istruzioni non le ricordo con esattezza. L'allenatore mi ha detto per lo più parole positive, di incoraggiamento. Ed è stato meglio così: aveva le parole di cui avevo bisogno. Durante l'intervallo, ricordo che fece un discorso molto positivo, dicendoci che le cose stavano andando bene e che dovevamo avere la mente libera. Improvvisamente, mi sono detto che non volevo tornare a casa. Oltre al punteggio, ci disse che avevamo una squadra solida, come nelle precedenti partite".