Quando non si perde un posto di lavoro, a noi ideologicamente la cosa non può che far piacere. E per questo abbiamo accolto con soddisfazione, sapere che Gianluca Gombar continuerà a lavorare con la Roma. Come si ricorderà, il giovane dirigente, stimatissimo da società, staff tecnico e calciatori, è stato il team manager fino alla maledetta serata di Coppa Italia contro lo Spezia. Il giorno dopo, un comunicato societario, lo sollevò dall'incarico. Ma quel verbo, sollevare, non voleva dire licenziare. E così è stato.

Gombar infatti già da qualche giorno è diventato uno dei più stretti collaboratori di Tiago Pinto. Con reciproca soddisfazione. Per ora non è stato etichettato con un ruolo preciso, ma per quello che siamo riusciti a sapere, Gombar si occuperà di logistica. Come, per esempio, ha fatto in occasione della partita di Europa League Benfica-Arsenal (con un occhio particolare ai portoghesi ex club di Pinto) che, causa problematiche Covid, si è giocata a Roma. Siamo convinti che Gombar sia umano e non diabolico. In bocca al lupo.