Al termine della sfida contro il Milan, l'allenatore della Roma Paulo Fonseca ha parlato ai microfoni di Sky. Queste le sue parole:

La Roma ha raccolto pochi punti con le grandi...cosa vi è mancato oggi?
"Siamo entrati molto male in gara. Le situazioni che il Milan ha creato sono palle perse da parte nostra in costruzione. Eravamo molto passivi e non siamo entrati bene in partita. Abbiamo creato il nostro calcio, ma non abbiamo ".

Come giudica gli errori arbitrali?
"Non voglio parlare di arbitri. Facile creare alibi, ci sono state cose che non mi sono piaciute ma non voglio trovare scuse".

Nel gol del 2-1 non ci sono troppi errori con la costruzione dal basso? Quando costruisci resti largo e se perdi palla non è facile rimediare...
"Difficile, è stato chiaro, Lopez era solo lì e senza pressione, poteva giocare o su Fazio o avanti. Difficile spiegare, qui Mancini era aperto ma c'è anche merito di Rebic. Quando c'è questo tipo di errore subiamo molto con le grandi squadre ed è difficile recuperare. Era un momento in cui stavamo giocando meglio".

Pensavi di trovare un Milan così determinato come stasera? Avete subito la velocità degli inserimenti palla al piede sia all'inizio del primo tempo sia alla fine quando avete spinto...
"Sono casi diversi, mister (riferendosi a Capello che ha posto la domanda, ndr). Nel primo momento, quando siamo entrati, abbiamo perso tante palle in uscita che hanno permesso al Milan di uscire veloce, in contropiede. Hanno recuperato tante palle nella nostra area e poi abbiamo avuto troppe passività in momenti difensivi, in situazioni individuali. Abbiamo rischiato nel secondo tempo ed era normale che ci fosse più spazio per il Milan. Abbiamo perso tanti palloni che hanno permesso al Milan di fare tante azioni".

Avete sofferto molto però la velocità del Milan a recuperare campo...
"Noi sappiamo che il Milan è veloce a uscire quando recupera palla, ha giocatori che portano la palla bene come Rebic e non possiamo sbagliare in momenti simili della partita".

Parla di errori individuali?
"Non ho parlato di errori individuali, quando sbagliamo, sbagliamo tutti. Non ci sono soltanto errori individuali, ma qui si parla più che altro di errori di costruzioni. Nella prima fase di costruzione non abbiamo fatto bene, non abbiamo fatto le scelte giuste. Non ci siamo abbassati nel momento giusto".

Questa situazione si ripete. Non c'è un limite di qualità nella rosa? O si tratta di un limite mentale?
"Difficile da capire, manca sempre qualcosa contro le grandi e non possiamo scappare da questo. Non vinciamo contro le grandi, è la verità, si tratta di una questione di dettagli e non è una questione offensiva quanto difensiva".

Fonseca a Roma Tv

Un primo tempo quasi regalato, poi alcuni episodi che hanno indirizzato la partita...
"La verità è che non siamo entrati bene in campo. Nei primi 20 minuti abbiamo sofferto molto. Il Milan non ha costruito da dietro, ma noi abbiamo perso troppi palloni in fase di costruzione. Perdendo palla in questa zona favoriamo il Milan, che è veloce a fare le transizioni. Siamo stati troppo passivi. Ci siamo creati le difficoltà da soli. Dopo questi 20 minuti ci siamo equilibrati, abbiamo fatto molte cose bene, ma come ho detto siamo entrati molto male in partita".

Il calcio di rigore di Mkhitaryan era netto?
"Se parlo dell'arbitro sembra che voglio cercare alibi, quindi non voglio parlare di questo. Contro le grandi squadre però c'è sempre lo stesso arbitro...".

Come esce la Roma da questa sconfitta?
"Dobbiamo continuare a lavorare per migliorare, per imparare, non possiamo abbassare l'attenzione in questo momento. Davanti ci sono tanti punti a disposizione. Dobbiamo reagire e lavorare per la prossima partita".

Perché non c'è stata una costruzione veloce?
"Quando non riusciamo a costruire da dietro dobbiamo essere più verticali, ma siamo stati troppo lenti. Quando il Milan recuperava palla era vicino alla nostra area. Devo dire che siamo stati noi a creare i nostri pericoli difensivi. C'è anche il merito del Milan, ma noi gli abbiamo permesso di essere pericolosi".

Questa sconfitta può danneggiare il morale dei calciatori?
"Quella di stasera è una sconfitta difficile, ma davanti ci sono tanti punti e siamo vicini al quarto posto. Dobbiamo continuare a lottare, non può essere altrimenti".

Perché Guida non è andato al Var per il rigore di Mkhitaryan?
"La domanda che gli ho fatto è perché non vedeva le situazioni per la Roma. Mi sembra strano, ma non voglio trovare scuse".

Fonseca in conferenza stampa

Sull'ingresso in campo della Roma.
"Quello che decide la partita sono i primi minuti, non siamo entrati bene. Ci siamo creati i problemi da soli. I nostri errori in fase di costruzione hanno fatto uscire il Milan veloce. Penso che sinceramente entriamo molto male nei primi venti minuti. Non abbiamo avuto linee di passaggio, dopo invece abbiamo fatto un buon secondo tempo e abbiamo creato molte situazioni per fare gol".

È un problema di mentalità negli scontri diretti?
"La verità è questa, non abbiamo vinto contro le grandi squadre. Non credo ci sia un blocco mentale perché reagisce la squadra, ma qualcosa ci manca sempre. Quando si sbaglia contro queste squadre è difficile".

Cosa ha detto a Guida per essere ammonito?
"Io ho solo detto che non vede le situazioni dubbie al VAR".

Cos'è mancato alla sua squadra oggi?
"Non abbiamo creato situazioni per uscire. La squadra deve farlo. Quando siamo senza pressioni dobbiamo essere più verticali, dobbiamo giocare più profondi arrivare prima sulle seconde palle".

La Roma senza vincere con le big merita di andare in Champions?
"L'importante è fare punti per arrivare. Se non vinciamo contro queste squadre sarà difficile arrivare in Champions. La squadra deve reagire".