"La perdita di gruppo al 31 dicembre 2020 è pari a 74,8 milioni di euro, rispetto alla perdita di 87 milioni di euro del primo semestre del precedente esercizio". Lo si legge sulla semestrale approvata dal Cda. "In particolare - prosegue il documento -, l'esercizio 2020-21 risente dell'impatto delle modifiche introdotte dalla Figc nell'ambito del contrasto degli effetti dovuti alla diffusione del Covid-19, che hanno rideterminato la durata della stagione sportiva 2019/20 in via straordinaria della durata di 14 mesi, dal 1° luglio 2019 al 31 agosto 2020, mentre la stagione sportiva 2020-21 sarà di 10 mesi, dal 1° settembre 2020 al 30 giugno 2021"

"Pertanto - continua la nota - taluni costi e ricavi legati alla disputa delle gare della stagione 2019-20 hanno trovato la propria competenza economica nell'esercizio 2020-21, e nel semestre chiuso al 31 dicembre 2020 sono inclusi ricavi per 29,6 milioni di euro e costi operativi per 9,8 milioni di euro, legati alla disputa delle ultime gare tra Serie A ed Europa League dopo il 30 giugno 2020, contabilizzati per competenza nel Semestre". 

La Roma ha pubblicato, su richiesta della Consob, la consueta comunicazione mensile sull'andamento della società: l'indebitamento finanziario netto del gruppo, al 31 gennaio 2021, è di 269 milioni, in salita rispetto ai 248 di dicembre.