Dodici. Con quello di Kostas Manolas, a tanti infortuni muscolari siamo arrivati. Tanti. Troppi. In appena due mesi di calcio che conta. Vero, si sta giocando a un ritmo di tre partite a settimana, ma il numero rimane al di sopra di qualsiasi ragionevole media. Il greco si è fatto male più o meno da solo. Colpa, si fa per dire, probabilmente di Mertens che gli è andato a scippare il pallone in area. Manolas stava per calciare il pallone, non lo ha più trovato, ha calciato nel vuoto, è andato a terra facendosi male. Considerando i precedenti di Manolas, subito si è pensato che stesse esagerando, magari per coprire la brutta figura appena fatta. Invece non era così.

Infortunio muscolare. Il giocatore è stato costretto a uscire, sostituito da Fazio. E nel dopo partita Di Francesco, con la consueta franchezza, non ha nascosto di temere uno stiramento. Ne sapremo di più oggi quando saranno effettuati gli esami del caso, ma l'impressione, e pure qualche cosa di più, è che il greco possa rimanere fuori per qualche settimana. Di sicuro crediamo di non sbagliare dicendo che a Londra, mercoledì prossimo, contro il Chelsea, nel terzo impegno del girone di Champions League, il greco non ci sarà.