Francesco Pastorella, direttore di Roma Department, ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Rete Sport. Queste le sue parole:

"La nostra volontà in questi mesi è stata quella di incentivare il numero di iniziative solidali e benefiche, a sostegno del territorio di Roma e non solo. Il Roma Department in collaborazione con Roma Cares è impegnato anche nella lotta alla violenza sulle donne, tematica gravissima, che non va ricordata solo nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Noi siamo perfettamente consapevoli del ruolo che abbiamo, siamo molto attivi contro il bullismo e contro ogni forma di violenza. Mettiamo a disposizione della comunità il messaggio della Roma, con l'intento di coinvolgere il pubblico, sensibilizzare i giovani: il 93% delle donne vengono picchiate a casa, il 73% di queste donne non denunciano le violenze e con il lockdown i numeri si sono triplicati così come i femminicidi. Perchè queste donne non denunciano? Soprattutto perché molte non hanno l'indipendenza economica. Per questo, in collaborazione con la Ministra Bonetti e le associazioni di categoria, abbiamo deciso di finanziare con i proventi del calendario di dicembre ('Amami e Basta') e con le nuove iniziative, dei corsi di formazione lavoro, proprio per incentivare l'attività lavorativa delle donne in difficoltà e svincolarle così dal pericolo dei maltrattamenti. L'evento in programma domani mattina è un torneo di Padel presso il Centro Sportivo HILL 23, al quale parteciparanno delle calciatrici della Roma Femminile e alcuni personaggi dello spettacolo. I fondi raccolti ci permetteranno come detto di finanziare questi progetti a sostegno delle donne che hanno subito delle violenze"

"Più in generale - prosegue Pastorella - la società è a disposizione di qualsiasi associazione benefica, per dare voce e amplificare il loro operato sul territorio capitolino. Rappresentiamo la città e ci sentiamo parte integrante, per questo è nato questo dipartimento. Siamo al fianco delle istituzioni da anni con concretezza e serietà. Accade per Scuola di Tifo, quest'anno dedicata alla memoria di Willy Monteiro così come per altre iniziative come il World Food Program. Sono tante le iniziative che stiamo portando avanti, la Roma non ha bisogno di pubblicità: vogliamo metterci a disposizione dei tifosi, aiutare con la nostra struttura lo sviluppo di progetti a sostegno della tifoseria e della cittadinanza. E' successo durante il lockdown, in un momento di incertezza sanitaria e sociale, con la consegna di centinaia di pacchi. Guardare gli occhi dei tifosi, orgogliosi della Roma e del lavoro che stiamo svolgendo, per noi è stata un'emozione particolare. Le iniziative sono costanti nel tempo e chiameremo a raccolta i tifosi, anche sulle celebrazioni dei 150 di Roma Capitale d'Italia. Ci sono delle aste benefiche costanti, che ci permettono di raccogliere dei fondi da destinare a vari settori benefici. Mi auguro che i tifosi giallorossi siano orgogliosi della Roma"