14 calciatori in prestito tra principali campionati europei e Serie B. È questo il bilancio delle cessioni a titolo temporaneo della società giallorossa. Alcuni di questi sono stati ceduti con diritto ed obbligo di riscatto (Under, Cetin) altri, soprattutto i giovanissimi provenienti dalla primavera, con la formula del prestito secco. Esaminiamo allora le prestazioni dei "giallorossi emigrati", decisive per il loro futuro e per quello della Roma.

 Viaggiando in Premier League troviamo Cengiz Under e Robin Olsen, rispettivamente a Leicester ed Everton. Dopo la leggera involuzione accusata nei precedenti impegni torna a brillare la stella dell'esterno turco. L'ex Roma non è stato convocato da Rodgers per la sfida contro il Brighton per permettergli di recuperare al meglio dopo la dispendiosa prestazione svolta nella partita di Europa League contro l'Aek Atena. Nell'occasione oltre a trovare la rete Under aveva collezionato un elevato numero di giocate di alta qualità, mettendo in crisi la difesa greca e regalando ai "Foxes" il primo posto nel girone europeo. Come annunciato la scorsa settimana da Carlo Ancelotti, Robin Olsen è tornato tra i convocati dopo il piccolo infortunio accusato. L'estremo difensore svedese non è comunque sceso in campo nel big match contro il Chelsea, oscurato dalla titolarità indiscussa del compagno di reparto Pickford.

In Portogallo l'unico rappresentante capitolino è Daniel Fuzato, portiere del Gil Vicente. La nuova squadra del portiere brasiliano non è però scesa in campo in questo fine settimana a causa del blocco del torneo portoghese in favore della coppa nazionale, nella quale il Gil Vicente non è però impegnato. Fuzato non è  ancora mai sceso in campo con la nuova squadra, scavalcato nelle gerarchie dal compagno di reparto Denis.

Ci spostiamo così in Francia, dove per uno Nzonzi che vince c'è un Florenzi che perde. Il difensore italiano ha giocato per intero il posticipo perso contro il Lione, nel quale non ha brillato. Sui padroni di casa ha sicuramente pesato il confronto infrasettimanale in Champions League contro il Besikhtas nel quale Florenzi aveva disputato buoni 80' e che ha permesso ai parigini di vincere il girone. Torna alla vittoria anche il Rennes di Nzonzi. Il centrocampista francese è sempre più al centro del gioco della sua squadra e parte titolare disputando tutti i 90' da ben 6 partite consecutive. Anche lui come Florenzi è stato impegnato in Champions League, ma a differenza dell'ex compagno non è riuscito a passare il girone, fallendo anche il raggiungimento dell'Europa League in favore del Krasnodar.
In Bundesliga non si ferma più Justin Kluivert. L'esterno olandese parte ancora titolare dopo le due reti consecutive segnate a Bayern Monaco e Manchester United e gioca 89' nella gara vinta contro il Werder Brema, uscendo solo nei minuti di recupero. Anche in questa partita la prestazione dell'ex Roma si rivela buona: va molto vicino al gol in due occasioni e buca continuamente la difesa avversaria permettendo ai compagni di inserirsi tra le linee.

In Serie A ritroviamo Mert Cetin, ora al Verona. Il centrale di difesa dopo un ottimo inizio di stagione non è stato convocato per il match contro la Lazio e salterà con ogni probabilità anche la gara di domani con la Sampdoria. Dalla fine della pausa nazionali il difensore è stato bersagliato dagli infortuni che lo hanno ripetutamente colpito e hanno compromesso la titolarità in squadra che si era gudagnato. Juric proverà a recuperarlo per la gara di domenica prossima contro la Fiorentina. È in Serie B, come prevedibile, che si concentra la più alta percentuale di calciatori della Roma in prestito. Quello monitorato con maggiore attenzione dalle parti di Trigoria è senza dubbio Alessio Riccardi. Il centrocampista non ha trovato spazio nella gara persa dai "Delfini" per 3-2 contro il Vicenza. Restano bloccati a poco più di 60 i minuti disputati in stagione. Altro nome interessante è quello di Mirko Antonucci, che nella parentesi in prima squadra è riuscito anche nell'esordio in Europa League. L'esterno italiano è sceso in campo all'87' nella gara persa contro il Brescai: troppo poco tempo per incidere. Dopo i 10' disputati la scorsa settimana resta in panchina per tutta al gara tra il suo Cosenza e la Reggiana Devid Bouah, nella quale ha però avuto il piacere di rincontrare da vicino l'ex compagno di squadra Salvatore Pezzella. Al centrocampista classe 2000 sono stati invece concessi 20' dell'incontro, centrando così la seconda presenza consecutiva da subentrato. Gioca tutto il secondo tempo Zan Celar nel match pareggiato 3-3 tra la sua Cremonese e l'Ascoli. Celar ha trovato la sua prima rete stagionale nel turno infrasettimanale contro il Brescia, dopo appena 1 minuto dall'entrata in campo, con un potente destro scagliato da fuori area che ha trovato l'incrocio dei pali. Ha ormai definitivamente conquistato la fiducia del tecnico Bisoli, che lo manda in campo (tra apparizioni da titolari e da subentrato) da otto gare consecutive.

Fuori dal coro troviamo Ante Coric, catapultato al VVV-Venlo, in Eredivisie, e William Bianda, arrivato con molte aspettative per una cifra vicina ai 10 milioni di euro e ora allo Zulte Waregem, che disputa il massimo campionato belga. Il centrale di difesa francese, dopo la panchina della settimana scorsa, sarà impegnato mercoledì nela trasferta contro l'Anversa. Dopo 5 presenze da titolare sembra aver perso l'intoccabilità.Torna invece tra i convocati Ante Coric nella gara persa 3-0 dal Venlo contro il Feyenoord. Buona notizia per il centrocampista, che era nella lista degli indisponibili dallo scorso 30 ottobre.