Antonio Mirante, portiere 34enne che la Roma ha prelevato dal Bologna nell'ambito dell'affare Skorupski, ha rilasciato un'intervista a Roma Radio, parlando della sua esperienza in Serie A e delle sue aspirazioni per questa stagione. Queste le parole del neo acquisto giallorosso:

"Essere un giocatore della Roma è motivo di orgoglio e soddisfazione. Questo trasferimento è arrivato nel momento giusto della mia carriera e l'ho voluto fortemente. Ci siamo già sfiorati in passato, è una grande occasione per me. La Roma non mi ha portato tanta fortuna, ma ricordo tante sfide accese.  Ho giocato tanti anni in Serie A e non ce n'è una in particolare, ma ho sempre avuto l'impressione di giocare contro una grande squadra. I tifosi della Roma sono quelli che ti fanno fare tanti punti in più. La scorsa stagione è stata importante per la Roma, ricca di soddisfazioni. Quest'anno credo sia un anno importante, altrettanto difficile, perché bisognerà confermare quanto fatto lo scorso anno attraverso il lavoro quotidiano, ma da quanto ho capito qui c'è tutto il necessario. Ho parlato con Monchi al telefono ed eravamo entrambi entusiasti dell'accordo. C'era già un principio di accordo a gennaio e per noi è stato il concludersi di una grande trattativa. Il mister l'ho sentito ieri sera, mi ha dato il benvenuto. Questa sarà una stagione importante, il mio obiettivo è di lavorare e di mettermi a disposizione. Ho un'età importante, sono 10 anni che gioco in Serie A e non posso avere un approccio diverso da quello di lavorare ogni giorno durante la settimana e mettermi a disposizione per la Roma".