Guido Fienga, il Ceo della Roma, al telefono con l'ANSA ha voluto mettere a tacere le polemiche nate dopo un post su Instagram in cui Pellegrini aveva attaccato alcuni contestatori. Queste le parole del dirigente: "Come società siamo vicini a Lorenzo Pellegrini, non solo come calciatore ma anche come uomo: non è da tutti commettere uno sbaglio e ammetterlo subito, come è successo ieri, scusandosi con coloro che potessero essersi sentire offesi". Fienga ha espresso massima solidarietà al centrocampista giallorosso dopo la sua reazione durissima, seguita da scuse.

 
"Pellegrini si è scusato - aggiunge il Ceo della Roma - lo ha fatto, a differenza dei tanti che negli ultimi tempi hanno usato delle parole vergognose nei suoi confronti e nei confronti della sua bella famiglia. Parole che prescindono dalle critiche e dalle valutazioni calcistiche, ma mirano solo a offendere l'uomo. Lorenzo - conclude Fienga - è un patrimonio della Roma e ne siamo orgogliosi".