Domenica alle 15 la Roma affronterà il Sassuolo nella partita valida per la decima giornata di Serie A. Entrambe le formazioni arrivano da una pesante sconfitta in campionato e una vittoria servirebbe dunque per rilanciarsi. I neroverdi si trovano al terzo posto in Serie A con 18 punti mentre ne conta uno in meno la Roma, bloccata al sesto posto.

14 - I precedenti

Le due formazioni si sono scontrate solamente 14 volte nella storia, sempre in Serie A. Il bilancio pende nettamente a favore dei giallorossi, che hanno ottenuto i 3 punti in 8 occasioni. Sono stati invece 5 i pareggi, mentre si conta 1 sola vittoria neroverde. All'Olimpico il Sassuolo non ha mai vinto: nei 7 precedenti la formazione emiliana conta tre sconfitte e quattro pareggi.

1 - Il primo gol di Zaniolo

Risale alla sfida contro il Sassuolo del 26 dicembre 2018 il primo gol in maglia giallorossa di Nicolò Zaniolo. La rete arrivò per il classe 1999 alla presenza numero 9 con la maglia della Roma, dopo una strepitosa azione: il centrocampista scatta sulla fascia destra bruciando la retroguardia neroverde, si accentra fino ad entrare in area di rigore dove con una duplice finta composta da sterzata e finta di tiro mette a sedere prima Ferrari e poi Consigli, che il romanista decide quindi di scavalcare con un pallonetto, facendo esplodere di gioia l'Olimpico.

26 - Gol assicurati

Il dato è chiaro: in tutte le 7 partite di campionato tra Roma e Sassuolo disputate allo Stadio Olimpico sia i giallorossi che i nerovedri sono sempre andati a segno. Nei 2 match della passata stagione tra le due squadre sono stati segnati in totale 12 gol: una media di 6 a partita. Entrambi i confronti della Serie A 2019-20 sono inoltre terminati con la vittoria per 4-2 della squadra di casa. Nei 7 confronti in casa giallorossa sono stati realizzati 26 gol in totale, con un'impressionante media di 3.7 a partita.

10+1 - Gli ex

Roma e Sassuolo sono legate da un filo diretto per quanto riguarda il calciomercato. Le due società hanno messo in piedi tutti i tipi di trasferimenti possibili: prestiti, cessioni a titolo definitivo, cessioni con diritto di riscatto o recompra e addirittura hanno imbastito un affare con un allenatore come protagonista. Sono 10 i calciatori passati direttamente da una all'altra formazione: ad inaugurare la corrispondenza è stato Lorenzo Pellegrini, spedito a Reggio Emilia a "farsi le ossa" e tornato dalle parti di Trigoria per 10 milioni di euro. Hanno provato a imitare il centrocampista anche altri giovani del vivaio giallorosso, come Antei, Frattesi, Marchizza, Mazzitelli, Ricci, ad oggi tutti distribuiti tra Serie A e Serie B, dato che conferma l'efficacia del rapporto tra i club. Merita una menzione a parte Politano, trasferitosi in prestito con diritto di riscatto al Sassuolo e, nonostante i vari tentativi, mai più tornato in giallorosso. È passato per i neroverdi anche Sanabria, parcheggiato dopo l'acquisto dal Barcellona. Il tragitto inverso è stato invece battuto da Defrel ed Eusebio Di Francesco, arrivati entrambi a Roma nel 2017. Il +1 risponde invece al nome di Gianluca Scamacca, che ha vestito entrambe le casacche ma transitanbdo per il Psv Eindhoven.

Over 2 e 131 - La media gol e i tiri effettuati

Roma e Sassuolo si piazzano ai vertici della classifica delle formazioni più prolifiche della Serie A. Gli emiliani precedono i giallorossi con una media di 2.22 reti a partita contro i 2.11 della squadra di Fonseca. Entrambe le squadre hanno effettuato lo stesso numero di tiri nell'attuale Serie A: 131. La Roma è però leggermente avanti per quanto riguarda le conclusioni nello specchio della porta avendone effettuate 61, contro le 57 neroverdi. Sia Roma che Sassuolo hanno messo a segno 2 reti grazie a colpi di testa.