La partita di ieri sera contro lo Young Boys rivestiva particolare importanza nel calendario giallorosso, con la possibilità di apportare un doppio beneficio in caso di vittoria: riscattarsi dopo l'opaca prestazione di Napoli e consentire di giocare l'ultima partita del girone europeo con zero pressione, dando spazio anche ai più giovani, soprattutto considerando i numerosi prossimi impegni. La Roma è riuscita a vincere nonostante l'iniziale svantaggio, fornendo una prestazione che, se sul campo era apparsa buona, sembra ancor più positiva osservando le statistiche maturate.

Prima statistica è quella sui tiri effettuati: 19 a 7 i totali, 11 a 1 quelli nello specchio della porta, con nessuno di quelli subiti effettuato dall'interno dell'area piccola. Il dominio giallorosso è stato evidente soprattutto sul lato sinistro del campo, da cui sono nate il 21% delle conclusioni della squadra di casa, contro il solo 5% di quelle collezionate dal lato opposto . Nemmeno il dato sui passaggi lascia scampo agli svizzeri: 545 quelli riusciti alla Roma, 281 allo Young Boys, numeri dai quali è maturato il 63% di possesso palla della squadra di Fonseca, che si è mostrato particolarmente contento a riguardo, sottolineando come sia importante la voglia dei giocatori di tenere il controllo del pallone e del gioco. È stata eseguita bene anche la fase difensiva che ha visto nel gol degli ospiti l'unica disattenzione, derivante anche dal posizionamento alto richiesto dal mister, che ha però consentito di mettere in 5 occasioni in fuorigioco gli attaccanti avversari.

Passando all'analisi dei singoli emergono alcuni dati interessanti: Calafiori è stato il giocatore a calciare più volte (5) mentre Pedro quello a farlo in più occasioni nello specchio della porta (3). Carles Perez ha effettuato, secondo i dati forniti da Whoscored.com, 5 passaggi chiave, ovvero fornendo palloni dai quali il compagno è andato direttamente al tiro, ed è il migliore della categoria. In fase difensiva Calafiori è il calciatore ad aver vinto più contrasti della gara (4) e ad aver completato più dribbling (sempre 4) mentre Juan Jesus è quello ad aver intercettato il maggior numero di palloni, oltre che il migliore per numero di passaggi effettuati, a quota 73. Spinazzola è risultato il miglior nel rapporto tra passaggi tentati e completati, con una percentuale di riuscita del 95.8%, superando Bruno Peres bloccato al 95.6%. Il migliore nel dato tra i centrocampisti è ancora una volta Gonzalo Villar, con il 93.5% di riuscita. Fanno collezionare numeri superiori al 90% per passaggi riusciti anche Pellegrini, Juan Jesus e Diawara. Il centrale brasiliano è stato infine il migliore della Roma per duelli aerei vinti, staccando con successo per 3 volte su un avversario.