Un 3-4-2-1 diviso in dieci partite, le prime sette di Serie A e le tre del girone di andata di Europa League: tra "once de gala" e turnover europeo ecco chi ha accumulato più minuti nella rosa giallorossa a disposizione di Paulo Fonseca dall'inizio di questa stagione secondo i dati forniti da Transfermarkt.

La difesa

Tra i pali il più impiegato è Mirante, che ha difeso la porta romanista nelle prime sei di campionato e totalizzato 540' in campo. Pau Lopez, dopo il finale della scorsa stagione non esaltante e i problemi fisici dell'estate è diventato il portiere di coppa: per lui 360' e quattro presenze, tutte in Europa League eccezion fatta per l'ultima uscita vittoriosa a Marassi contro il Genoa prima della pausa. Linea difensiva a tre composta da Mancini, Ibanez e Kumbulla. Il più presente è il brasiliano con 679' totali nelle sette sfide di Serie A e una in Europa contro il Cluj, condita anche da un gol. Poi c'è il numero 23, sempre titolare in campionato e mai sostituito, per un totale di 630'. Ultima maglia per Marash Kumbulla: è sceso in campo in otto delle dieci gare complessive (cinque in A e tutte quelle del girone europeo) accumulando 553' e mettendo due reti a referto.

Il centrocampo

Nelle dieci gare sin qui disputate, per quattro volte Fonseca è andato vicino a schierare la formazione che stiamo stilando, sempre con la stessa differenza: l'esterno destro di centrocampo. Nel computo complessivo, quello che ha giocato di più su quella fascia è Bruno Peres con 427'. Contro Juventus, Benevento e Milan al suo posto è sceso in campo da titolare Santon che però è stato fermato da un infortunio a inizio novembre e ha accumulato solo 249'. Contro il Milan a San Siro invece era toccato a Karsdorp (sei presenze tra campionato ed Europa League per 389' in tutto). 

Nell'undici dei più usati, in mediana ci sono Jordan Veretout e Lorenzo Pellegrini. Il francese ha giocato tutte le gare di campionato e contro Young Boys e Cluj il giovedì, per un totale di 684' e quattro gol all'attivo. Il numero sette invece è, insieme a Pedro, Mkhitaryan e Spinazzola, l'unico ad essere stato convocato e ad aver preso parte a tutte le partite giocate fino a ora. 645' in campo per Pellegrini, che Fonseca sembra aver piazzato ormai stabilmente nella coppia dei centrocampisti centrali. Chiude la linea mediana uno degli uomini che più ha inciso in questo inizio di stagione, Leonardo Spinazzola. L'esterno è il titolare della fascia sinistra e il terzo più presente in assoluto con 688': quando può, il tecnico non ne fa a meno.

L'attacco

Esperienza, vuol dire sicurezza. Sono, nell'ordine, Pedro e Mkhitaryan i due giocatori più utilizzati da Fonseca in questo inizio stagionale. Lo spagnolo ha giocato già 740' nella sua prima annata in giallorosso: non ha saltato neanche una sfida e ha messo a segno tre gol in campionato e uno in Europa League. Discorso simile anche per l'armeno (732' di gioco) che Fonseca schiera sempre nella coppia dei trequartisti, ma che a Genova ha adattato quando ha cambiato Borja Mayoral con Cristante. A Marassi ha segnato i primi tre gol del suo campionato, da aggiungere a quello siglato in Europa League contro il Cluj. Centravanti, capitano e quando possibile inamovibile: la punta che ha giocato di più è Edin Dzeko. 495' totali con tre gol in Serie A per il bosniaco, con Borja Mayoral sempre titolare in coppa e poi nella sfida contro il Genoa della sesta di campionato.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Il Romanista (@ilromanistaweb)