Sono 24 i giocatori convocati da Fonseca, dunque uno andrà in tribuna. Toccherà di sicuro a un portiere, visto che l'allenatore ne ha portati 4: Mirante e Pau Lopez, più il terzo Farelli e il primavera Boer. Mirante non è al cento per cento dopo una botta presa con la Fiorentina non ancora riassorbita, dunque dipenderà molto da come si sentirà stamattina. Se sarà a posto andrà in campo, altrimenti andrà in tribuna e toccherà di nuovo a Pau Lopez. Se gioca Mirante in tribuna andrà Boer. Nel gruppo partito ieri alle 17,30 per Genova, 16 sono i giocatori di movimento della prima squadra, più quattro aggregati della Primavera (oltre a Boer).

Non è stato ovviamente convocato Edin Dzeko, contagiato dal Coronavirus. Al suo posto al centro dell'attacco romanista sarà dunque confermato Borja Mayoral, reduce dalla doppietta in coppa; al centro della difesa torna invece Smalling, al fianco di Mancini e Kumbulla. Sulle fasce Peres è in ballottaggio con Karsdorp, ma l'olandese non è ancora al meglio e allora potrebbe essere confermato il brasiliano, tra i migliori in campo con il Cluj, a sinistra Spinazzola non ha rivali e giovedì ha giocato solo un tempo proprio per poter partire oggi dal primo minuto: peraltro è uno dei quattro convocati azzurri della Roma, con Mancini, Cristante e Pellegrini. Che a metà campo dovrebbe tornare a far coppia con Veretout. Dietro al centravanti spagnolo, nessun dubbio: manca Perez, ci saranno Pedro e Mkhitaryan che contro i rumeni si sono equamente spartiti l'impegno.

Una curiosità: per rispettare il protocollo che impone controlli anche nel giorno gara, a mezzanotte tutti i giocatori della Roma si sono sottoposti al tampone. Solo con i risultati in mattinata Fonseca potrà decidere la formazione.