È stata la giornata delle visite mediche e dell'ufficialità di Pedro ma anche, in minima parte, quella di Ante Coric, il centrocampista classe 1997 di proprietà della Roma, lo scorso anno in prestito all'Almeria nella Liga 2. Arrivato intorno alle 9.45 a Villa Stuart con indosso la maglia della Roma, accompagnato dagli addetti dello studio che ne gestisce gli interessi qui in Italia, la Cornersport Management, ha svolto le regolari visite mediche ed è stato dichiarato abile e arruolabile per l'imminente raduno dei giallorossi a Trigoria.

Classe cristallina e talento sbocciato presto in Croazia, carneade mai impiegato o quasi in maglia giallorossa. La stagione in Spagna lo ha visto protagonista con 17 presenze condite da tre assist, non abbastanza però per condurre l'Almeria alla promozione nella massima serie spagnola. Il suo futuro quindi, che sarà sicuramente lontano da Roma, è ancora tutto da scoprire: da quello che abbiamo raccolto parlando con la delegazione del suo entourage al suo fianco a Villa Stuart, l'Almeria lo rivorrebbe tra le proprie fila, ma è il giocatore a non essere convinto, perché gradirebbe palcoscenici superiori a quelli della seconda divisione spagnola.

A lui sono interessate altre squadre in Spagna come in Olanda, che al momento si sono limitate alla richiesta di informazioni, ma vista anche la giovane età, il croato vanta diversi estimatori in Europa. D'altronde prima dell'arrivo in giallorosso, il suo curriculum parlava di una titolarità indiscussa in una delle squadre più forti di Croazia (la Dinamo Zagabria), Champions compresa.