L'invidia non ci appartiene. È un sentimento pericoloso, può generare soprattutto problemi. Eppure oggi, alle ore diciassette italiane, quando a Tbilisi comincerà l'amichevole organizzata da Kaladze con scopi di beneficenza, un po' di invidia non potremo non avvertirla. Cercheremo di ricacciarla indietro, ma sarà impossibile. Perché nello stadio della Dinamo Tbilisi, il Boris Paichadze, i quarantamila presenti, potranno rivedere vestito da calciatore un signore chiamato Francesco Totti. Certo sarà un'amichevole, pomposamente presentata come una sfida tra Veterani d'Italia e Resto del mondo, ma resta il fatto che i georgiani si godranno la prima volta del Capitano in campo da ex calciatore. L'invito al numero dieci giallorosso, maglia che è ancora quella di gran lunga più venduta nei Roma store, era arrivato da qualche giorno. Direttamente da Kakha Kaladze, l'ex milanista, 284 partite in rossonero, 13 gol, nove stagioni, due Champions, l'organizzatore di questo evento nella sua Tbilisi. La motivazione ufficiale che porterà nella capitale georgiana una vagonata di ex campioni, è di raccogliere fondi per ricostruire la foresta di Borjomi, andata parzialmente distrutta a causa di un incendio estivo. Non solo, però. Perché Kaladze da quando è tornato a casa, ha intrapresola carriera politica. Con notevole successo, visto che è stato eletto subito deputato, per poi proseguire in un'escalation che lo ha portato a diventare per il suo Paese Ministro per l'energia. Carica da cui si è dimesso perché ora sta puntando a vincere le elezioni per la carica di Sindaco della capitale. Ha presentato già il suo programma per sanità e sociale in cui il piatto forte è la realizzazione di alloggi e mense per i più poveri. In sostanza, foresta a parte, l'amichevole farà parte anche della sua campagna elettorale in cui i sondaggi lo danno come principale favorito. Ma questo interesserà relativamente a tutte le stelle del calcio che parteciperanno a una serata di gala che in Georgia da giorni è al centro dell'attenzione mediatica.

NON SOLO TOTTI: TANTI CAMPIONI IN CAMPO

Del resto scenderanno in campo molti campioni del passato (sempre che non ci siano forfait dell'ultima ora, ieri per esempio agli organizzatori Luca Toni ha comunicato, scusandosi, che non sarebbe potuto essere presente). Ma ce ne saranno molti altri, da Boban a Shevchenko, da Maldini a Costacurta, da Di Biagio a Delvecchio, da Crespo a Puyol, da Albertini ad Ambrosini, da Rivaldo a Tassotti. E poi ci sarà Francesco Totti.Ieri il Capitano è partito alla volta di Milano per aggregarsi al resto de gruppo degli invitati che stamattina con un volo charter raggiungeranno la capitale georgiana. Ieri sera, il Capitano è andato a vedere il Milan a San Siro, lo stadio che lo ha visto protagonista decine di volte.A Tbilisi è atteso come la star tra le star, considerando anche il suo recentissimo addio al calcio, tra le lacrime di tutti, in occasione dell'ultima partita del campionato passato, quella all'Olimpico contro il Genoa che ufficializzò, tra mille ansie, la qualificazione della Roma ai gironi dell'attuale Champions League. Non è prevista nessuna diretta o differita televisiva. E allora l'invidia non potrà che crescere. Sperando, però, che da qualche parte su Internet, si riesca a rivederlo. Da calciatore.