Le dichiarazioni di Radja Nainggolan al quotidiano belga Het Laaste Nieuw: 

"Il giorno dopo il Barcellona non ci credevo, sembrava impossibile, quello che abbiamo fatto è unico. Solo sul 2-0 ho iniziato a credere nella qualificazione, noi stavamo meglio del Barcellona e nessuno parla dei rigori che dovevano essere concessi al Camp Nou. La nostra stagione in Champions è stata grande sin dal girone di qualificazione dove avevamo Atletico Madrid e Chelsea. A Barcellona avrei voluto essere in campo, ancora ho un piccolo problema, c'è sangue intorno al nervo per questo non posso muovermi senza dolore. Ora lo sopporto. Secondo me il Liverpool è la squadra più dura tra le tre. Non perché abbia più qualità di Real Madrid e Bayern Monaco, ma perché  ci mette molto impegno e non ha nulla da perdere. Sarà molto difficile. Il Real e il Bayern avrebbero potuto sottovalutarci come il Barcellona, ma nel Liverpool ci sono guerrieri, un po' come noi. Sognamo Kiev dobbiamo crederci ora che siamo in semifinale. Cosa scelgo tra la Champions e il Mondiale col Belgio? La Champions League perché il Belgio ha ancora un cammino lungo da percorrere per diventare campione, la Roma invece è già in semifinale.