Gli azionisti della Roma si riuniranno in Assemblea ordinaria il prossimo 26 giugno. A darne l'annuncio è la stessa società giallorossa, che sul proprio sito ufficiale ha comunicato la data e il luogo fissato per l'incontro, la sede amministrativa del club in Viale Tolstoj. All'ordine del giorno ci sarà l'informativa ai soci sulla situazione patrimoniale della società al 31 marzo 2020. Questo il comunicato ufficiale della Roma.

"L'Assemblea degli azionisti di A.S. Roma S.p.A. (la "Società") è convocata presso la sede operativa in Roma, Viale Tolstoj n. 2/6, per il giorno 26 giugno 2020, alle ore 15.00, in prima convocazione e, occorrendo, in seconda convocazione, per il giorno 29 giugno 2020 stesso luogo ed ora, per discutere e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO

1) informativa ai soci sulla situazione patrimoniale della società al 31 marzo 2020 ai sensi dell'art. 6 Decreto-legge n. 23 dell'8 aprile 2020 e dell'art. 58 della Direttiva (UE) 2017/1132.

Emergenza COVID 19 – Modalità di svolgimento dell'Assemblea ai sensi del Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18

In conformità all'art. 106, comma 4, secondo periodo, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, recante "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19" (di seguito il "Decreto"), l'intervento in Assemblea degli Azionisti potrà svolgersi esclusivamente tramite il rappresentante designato ai sensi dell'articolo 135-undecies del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ("T.U.F."), come individuato al successivo paragrafo "Deleghe al Rappresentante degli azionisti designato dalla Società" (di seguito "Rappresentante Designato"). Al citato Rappresentante Designato possono essere conferite anche deleghe o sub-deleghe ai sensi dell'articolo 135-novies del T.U.F., in deroga all'art. 135-undecies, comma 4, del medesimo decreto, come indicato al successivo paragrafo "Deleghe al Rappresentante degli azionisti designato dalla Società". Conformemente a quanto previsto dall'art. 106, comma 2, del Decreto, fermo quanto precede, il Rappresentante Designato e gli altri soggetti dei quali sia richiesta la partecipazione in Assemblea, per assicurare il regolare svolgimento della stessa, potranno intervenire anche mediante mezzi di telecomunicazione che ne garantiscano l'identificazione, senza che sia in ogni caso necessario che il presidente, il segretario e il notaio si trovino nel medesimo luogo.

Capitale sociale e diritti di voto

Il capitale sociale sottoscritto e versato è pari ad euro 93.942.205,19 rappresentato da n. 628.882.320 azioni ordinarie prive di valore nominale e non frazionabili. Ogni azione dà diritto ad un voto.

Legittimazione all'intervento in Assemblea e all'esercizio del diritto di voto

Ai sensi dell'articolo 83-sexies del T.U.F. e conformemente alle previsioni dell'art. 106 del decreto legge n. 18/2020, sono legittimati ad intervenire e votare in Assemblea, esclusivamente per il tramite del Rappresentante Designato, coloro per i quali l'intermediario abilitato ai sensi della disciplina applicabile abbia trasmesso alla Società la comunicazione attestante la titolarità del diritto al termine della giornata contabile del settimo giorno di mercato aperto precedente la data fissata per l'Assemblea in unica convocazione (17 giugno 2020 – "record date"). La comunicazione deve pervenire alla Società entro la fine del terzo giorno di mercato aperto precedente la data fissata per l'Assemblea (23 giugno 2020). Resta ferma la legittimazione all'intervento e al voto, sempre esclusivamente attraverso il Rappresentante Designato, qualora la comunicazione sia pervenuta alla Società oltre il suddetto termine, purché entro l'inizio dei lavori assembleari. Coloro che risulteranno titolari delle azioni solo successivamente alla "record date" non avranno legittimazione all'esercizio del diritto di intervento e voto nell'Assemblea e, pertanto, non potranno rilasciare delega al Rappresentante Designato. Si rammenta che la comunicazione alla Società è effettuata dall'intermediario su richiesta del soggetto a cui spetta il diritto. Ai titolari del diritto di voto è richiesto di impartire istruzioni all'intermediario che tiene i relativi conti, affinché effettui la predetta comunicazione alla Società. Eventuali richieste di preavviso da parte dell'intermediario o oneri economici per il compimento degli adempimenti di competenza di quest'ultimo non sono imputabili alla Società. I possessori di azioni non ancora dematerializzate che intendano partecipare all'Assemblea dovranno consegnarle previamente a un intermediario per la loro immissione nel sistema di gestione accentrata in regime di dematerializzazione e chiedere il rilascio della comunicazione sopra citata.

Diritto di porre domande prima dell'Assemblea

Ai sensi dell'articolo 127-ter del T.U.F., coloro ai quali spetta il diritto di voto e per i quali sia pervenuta alla Società apposita comunicazione da un intermediario autorizzato ai sensi della normativa vigente (si veda a tal fine il precedente paragrafo) possono porre domande sulle materie all'ordine del giorno prima dell'Assemblea, facendole pervenire alla Società entro il 17 giugno 2020; la Società non assicura risposta alle domande che siano pervenute successivamente a tale termine. Le domande devono essere trasmesse a mezzo e-mail all'indirizzo posta azionisti@asroma.it. Alle domande pervenute nel termine indicato sarà data risposta entro il 23 giugno 2020, mediante pubblicazione in apposita sezione del sito Internet della Società dedicata all'Assemblea degli Azionisti. La Società ha deciso di anticipare il termine per fornire risposta, rispetto a quanto previso dalla legge, per consentire agli Azionisti di effettuare, in tempo utile, una scelta consapevole ai fini delle istruzioni di voto al Rappresentante Designato. La Società fornirà una risposta unitaria alle domande aventi lo stesso contenuto. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet della Società.

Integrazione dell'ordine del giorno

I Soci che, anche congiuntamente rappresentano un quarantesimo del capitale sociale possono chiedere, entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente avviso, l'integrazione dell'elenco delle materie da trattare, indicando nella domanda gli ulteriori argomenti da essi proposti ovvero presentare proposte di deliberazione su materie già all'ordine del giorno. Le domande devono essere presentate per iscritto, corredate dalla relativa certificazione dell'intermediario comprovante la titolarità del numero di azioni necessario alla presentazione della richiesta. I Soci che richiedono l'integrazione dell'ordine del giorno predispongono una relazione sulle materie di cui essi propongono la trattazione. La relazione è consegnata all'organo di amministrazione entro il termine ultimo per la presentazione della richiesta di integrazione. L'integrazione dell'elenco delle materie da trattare non è ammessa per gli argomenti sui quali l'Assemblea delibera, a norma di legge, su proposta degli amministratori, o sulla base di un progetto o di una relazione da essi predisposta. Le integrazioni dell'elenco delle materie da trattare dovranno pervenire, mediante apposita delega al Rappresentante Designato, tramite invio a mezzo raccomandata A.R. presso la sede legale ovvero mediante comunicazione via posta elettronica all'indirizzo di posta azionisti@asroma.it. Delle integrazioni all'elenco delle materie da trattare sarà data notizia con le stesse modalità di pubblicazione del presente avviso, quindici giorni prima della data dell'Assemblea.

Deleghe al Rappresentante degli azionisti designato dalla Società

Ai sensi dell'articolo 135-undecies del T.U.F., la Società ha designato Computershare S.p.A., quale soggetto al quale i soci possono conferire gratuitamente la relativa delega, con istruzioni di voto su tutte o alcune delle proposte all'ordine del giorno. La delega al Rappresentante Designato dalla Società dovrà essere conferita entro le ore 24 del 24 giugno 2020 in prima convocazione e le ore 24 del 25 giugno 2020, in caso di seconda convocazione, mediante lo specifico modulo che sarà disponibile sul sito internet della Società (www. asroma.it) e pervenire in originale, entro il medesimo termine, presso Computershare S.p.A., Via Monte Giberto n. 33, 00138 Roma, eventualmente anticipandone copia, con dichiarazione di conformità all'originale, all'indirizzo di posta elettronica certificata ufficioroma@pecserviziotitoli.it o a mezzo fax al n. +39 0645417450. In conformità alle citate disposizioni del Decreto-legge n. 18/2020, al Rappresentante Designato possono essere conferite anche deleghe o subdeleghe ai sensi dell'articolo 135-novies del T.U.F. da coloro a cui spetta il diritto di voto. Al fine di consentire alla Società e al Rappresentante Designato di ricevere e verificare le deleghe o sub-deleghe con anticipo rispetto all'inizio dei lavori assembleari, si raccomanda ai soggetti legittimati di far pervenire le loro deleghe o sub-deleghe entro le ore 18.00 del 25 giugno 2020 in prima convocazione e le ore 18.00 del 26 giugno 2020, in caso di seconda convocazione. Un facsimile di modulo di delega/subdelega generica sarà disponibile sul sito internet della Società (www.asroma.it). Il Rappresentante Designato è a disposizione degli Azionisti per maggiori chiarimenti al numero +39 06 45417413 e all'indirizzo di posta ufficiorm@computershare.it

Documentazione

Le relazioni degli Amministratori e le proposte di delibera relative ai punti all'ordine del giorno nonché le altre informazioni di cui all'articolo 125-quater T.U.F. verranno messe a disposizione del pubblico presso la sede sociale e presso la società di gestione del mercato Borsa Italiana S.p.A. e saranno altresì pubblicate sul sito internet della Società www.asroma.com nonché sul sito di stoccaggio www.1info.itnei termini di legge. Gli Azionisti hanno facoltà di prendere visione di tutti gli atti depositati presso la sede sociale ed ottenerne copia a proprie spese".