Il presidente della Roma James Pallotta ha parlato ai microfoni delle principali televisioni. 

Pallotta a Sky

Sei soddisfatto del risultato?
E' stata una settimana difficile. Abbiamo avuto il Barcellona e i sorteggi. Abbiamo avuto delle occasioni e dobbiamo controllare il business per il prossimo anno, bisogna andare in Champions. Non dobbiamo pensare soltanto al Liverpool ma anche a tutte le partite di campionato.

Si può arrivare in finale?
Perché no. Sono forti ma possiamo affrontarli bene. E' un po' un derby di Boston, viste le proprietà.

Cosa ha detto ai giocatori?
Quello che è Las Vegas rimane a Las Vegas, quello che succede nello spogliatoio rimane nello spogliatoio.

Alisson sarà il portiere della Roma l'anno prossimo?
Non capisco perché continuate a fare queste domande, vogliamo tenere Alisson. E' un grande portiere e non c'è nessuna possibilità di venderlo.

Quanto è importante la vittoria col Barcellona a livello di brand?
Non c'è nessuna sorpresa che siamo famosi nel mondo dopo il girone vinto. Contro il Barcellona sapevamo come doveva mo giocare. Li abbiamo presi di sorpresa grazie al cambio tattico di Di Francesco. E' importante per la squadra essere conosciuti all'estero e lo è per i tifosi. 

Ha incontrato la sindaca, cosa vi siete detto?
Più che altro abbiamo parlato di soldi. Ho dovuto pagare 450 euro per il bagno nella fontana. L'acqua era pure fredda. 

Prossimo bagno?
C'è il Colosseo, altre fontane, tante cose per sorprendervi se dovessimo vincere contro il Liverpool.

Pallotta a Mediaset

Un commento sulla partita?
Non è stata una serata bella come col Barcellona. C'è un po' di dispiacere per come è andata la partita. Non pensiamo ancora al Liverpool, ci sono ancora due partite. 

Obiettivo Kiev?
No, obiettivo Genoa. 

La pensa come Di Francesco.
Infatti andiamo d'accordo.

Sul nuovo stadio.
Adesso è nelle mani dei politici. Ora la partita è politica, c'è tempo fino a luglio. E' un vero peccato per i tifosi che devono aspettare così tanto.

Chi è avvantaggiato per la Champions?
Non sono preoccupato dalle altre, sono concentrato sulla Roma.

Soddisfatto di aver tenuto Dzeko?
Abbiamo avuto alcune offerte, ma sapete come funziona: si ascoltano tutti, ma non significa che si voglia vendere un giocatore. Non volevamo venderlo, ma bisogna sempre ascoltare le offerte. 

E' contento di affrontare Salah?
E' un grande giocatore. Abbiamo avuto un buon rapporto, è difficile da controllare, ma sappiamo come gioca.