Alessandro Florenzi è stato protagonista di una diretta Instagram insieme a Fabio Cannavaro. Nel corso della chiacchierata con l'ex capitano della Nazionale, il terzino della Roma in prestito al Valencia ha raccontato com'è la situazione in Spagna e come sta vivendo l'esperienza in Liga, ma è anche tornato a parlare di Roma. Questi i momenti salienti della loro conversazione.

Come va in Spagna?
"Bene, ci hanno dato un'ora di uscita con i bambini per fortuna. Ieri hanno stabilito che dal 4 ci saranno gli allenamenti individuali, riaprono i parrucchieri, che invece in Italia riaprono il 1 giugno. Dall'11 maggio riaprono teatri, cinema e ristoranti, con accesso ridotto. O sono molto spregiudicati qui, o molto prudenti in Italia"."mI SONO lasciato in rapporti buonissimi con la Roma, il mister è bravissimo, tatticamente fortissimo ma come uomo ancora di più".

Hai imparato lo spagnolo?
"Un po' lo capisco, ma se parlano velocemente non capisco. Comunque per noi italiani è facile capire lo spagnolo".

Come sta andando l'esperienza al Valencia?
"Umanamente è un'esperienza bellissima, nonostante le difficoltà del momento. Sono stato accolto benissimo, i compagni sono fantastici, il paese è bellissimo. La città è bella, si sta molto bene".

Fabio Cannavaro e Alessandro Florenzi in diretta Instagram

Hai fatto tanti gol belli.
"Si, non ricordo quanti gol ho fatto ma non sono tanti, eppure sono pochi i gol brutti. Non mi piace fare le cose facili".

Il più bello è quello al Barcellona?
"Come contesto e come gesto sicuramente sì, ma per me il gol più bello è quello che ho fatto a Udine, perché rispecchia il mio modo di vedere il calcio. Poi ho fatto due bellissimi gol al Genoa, uno in rovesciata e l'altro in contropiede. Belli anche quelli segnati a Milano".

Goditi questo periodo...
"Sicuramente, ora mi godrò questa esperienza fino all'ultimo giorno, poi, se si potrà, andrò in vacanza, e dopo Dio vede e provvede".

Fonseca?
"Fonseca è un grandissimo allenatore, tatticamente è molto preparato ma ancora meglio come persona. Con la Roma mi sono lasciato in ottimi rapporti con tutti e la mia stima per il mister è altissima".