A pochi minuti dal calcio d'inizio di Roma-Wolfsberger, Morgan De Sanctis ha parlato ai microfoni di Sky e Roma Tv. Queste le sue parole.

De Sanctis a Sky

Solo 6 gol subiti da ottobre
"Noi abbiamo iniziato subendo qualche gold i troppo e facendone tanti. Nell'ultima parte abbiamo acquisito una solidità importante. Ci siamo prefissi di avere un nuovo equilibro che ci darà molte soddisfazioni"

Quanto si può tenere Florenzi in panchina?
"La società è molto forte. E' molto forte anche l'allenatore, che viene citato anche dai giocatori che ne rispettano le scelte e le direttive. Anche riguardo Florenzi sono state bellissime le parole che ha detto da capitano e ancora più significativi sono stati i comportamenti. Siamo soddisfatti di come il gruppo sta rispondendo alle aspettative che la piazza di Roma deve avere e che in alcuni casi ha disatteso. Da questo punto di vista ci fa piacere che venga sottolineata questa cosa perché segna la differenza rispetto a situazioni passate"

Anche chi è stato fuori come Diawara, Perotti e Under, quando rientra ritrova subito il passo. E' la strada giusta?
"Sì, questo è merito della chiarezza del mister Fonseca. I calciatori ce la stanno mettendo tutta per acquisire le sue direttive. La squadra risponde bene. Avremmo voluto che ci fossero state situazioni in termini di assenze che avessero consentito al mister di avere a disposizione tutti quanti, però è stata anche un'opportunità quella di trovare nuova soluzione, nuova linfa. Nei momenti delicati la squadra ha saputo trovare la forza dentro di sé".

Smalling rimane?
"Sapete che la società sta cercando una soluzione che faccia felici tutti. Da parte nostra c'è una volontà forte, poi bisogna fare i passi giusti con calma senza farsi prendere dalla frenesia e soprattutto confidando nel sentimento del giocatore che ribadisce che a Roma si trova bene"

De Sanctis a Roma Tv

Prima partita decisiva.
"In parte lo era anche la precedente perché il risultato di Istanbul sarebbe stato determinante. Il primo passo è stato fatto ne manca un altro. Non abbassiamo la guardia, sappiamo che fare una prestazione valida sotto il profilo tecnico, tattico, fisico e caratteriale vorrebbe dire ottenere il risultato. Ce la metteremo tutta".

I tifosi hanno dimostrato di voler arrivare fino in fondo
"Legittimamente così come la voglia ce l'ha la società e i calciatori. La Roma deve sempre pensare a un cammino europeo prestigioso. Ci appartiene e ci deve appartenere, dobbiamo conseguirlo con le prestazioni".

Quanto è cresciuta la Roma rispetto all'andata?
"La Roma sta continuamente dando segnali positivi che producono risultati. Però per un primo bilancio aspettiamo le prossime tre partite perché anche in campionato non possiamo abbassare la guardia. C'è grande competizione per il nostro obiettivo stagionale. Non è il caso ora di fare bilanci, concentriamoci sul presente e guardiamo con ambizione e positività al futuro".