Archiviare la sconfitta contro l'Atalanta e ripartire: è questa la parola d'ordine a Trigoria il giorno dopo la prima sconfitta della gestione Fonseca. La squadra è scesa in campo agli ordini del mister per un allenamento mattutino. I calciatori sono stati divisi in due gruppi: chi ha giocato ha effettuato lavoro di scarico, gli altri si sono concentrati su esercizi specifici di rapidità e cambi di direzione. Hanno lavorato a parte invece gli infortunati Zappacosta, Perotti e Ünder, ancora alle prese con i rispettivi problemi fisici. Cetin continua il suo percorso di riatletizzazione dopo l'operazione al dente del giudizio che lo ha fermato durante la scorsa settimana. La squadra si ritroverà oggi alle 11 per un nuovo allenamento verso la trasferta di Lecce.

Oggi è anche il giorno della verità per Leonardo Spinazzola: l'esterno è stato costretto a lasciare il campo contro l'Atalanta a causa di un problema al flessore della coscia sinistra. Effettuerà nuovi esami strumentali a Villa Stuart per capire l'entità dell'infortunio e conoscere i tempi di recupero. Per l'ex juventino si tratterebbe del secondo stop stagionale dopo l'evento distrattivo al bicipite femorale sinistro che gli ha fatto saltare le gare contro Genoa e Lazio.

Verso Lecce

Il tour de force romanista continua domenica al Via del Mare di Lecce, dove in porta ci sarà ancora una volta Pau Lopez e salvo sorprese Fonseca tornerà a giocare con una linea difensiva a quattro. Visto l'infortunio di Spinazzola, Florenzi e Kolarov saranno costretti a fare gli straordinari sulle corsie esterne. Ritorna a disposizione Gianluca Mancini dopo la squalifica rimediata con il rosso di Bologna e potrebbe far rifiatare uno tra Smalling e Fazio. L'argentino fino ad ora le ha giocate tutte dall'inizio ed è il leader indiscusso della difesa, mentre è da verificare se l'inglese può reggere due gare nel giro di quattro giorni dopo l'affaticamente muscolare che ha ritardato il suo esordio.

Discorso simile per la linea mediana con Diawara, visto solo in Europa League, che spera in una maglia da titolare. Cristante le ha giocate tutte e il tecnico portoghese non se ne priverà così facilemente. Così a riposare potrebbe essere Veretout visto che ha giocato due partite di fila ed è sembrato poco lucido nella sfida contro l'Atalanta. Mkhitaryan e Kluivert, dopo la panchina con i bergamaschi, scalpitano per occupare le fasce laterali nella batteria dei trequartisti. Al centro è corsa a due tra Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo che potrebbero alternarsi nel corso della partita. In avanti la certezza è Edin Dzeko. Il bosniaco è troppo importante per questa Roma e l'alternativa, Nikola Kalinic, non offre ancora abbastanza garanzie.