Kolarov e Cetin: questi i due romanisti che scenderanno in campo nella giornata odierna per prendere parte agli impegni delle rispettive nazionali. Occhi puntati sulla delicata sfida del gruppo B tra Serbia e Portogallo, fischio d'inizio fissato alle ore 20.45. Una gara di fondamentale importanza per i padroni di casa che, forti dell'esperienza e del carisma del terzino romanista, dovranno fronteggiare i campioni d'Europa in carica per lanciare l'assalto all'Ucraina che guida il girone dall'alto di dieci punti collezionati in quattro giornate. Un raggruppamento che vede il Portogallo ancora a secco di vittorie nelle prime due partite disputate, complici soprattutto gli impegni di Nations League dei lusitani, con gli uomini guidati da Cristiano Ronaldo e dall'astro nascente Joao Felix desiderosi di uscire con tre punti nelle tasche dallo stadio Rajko Mitic di Belgrado, semplicemente noto con il nome di Marakana. Un impianto che si preannuncia a dir poco caldo, con la tifoseria di casa desiderosa di aiutare la nazionale serba ad avere la meglio sul blasonato avversario portoghese. Maglia da titolare assicurata per Kolarov che, reduce dalla rete dal dischetto nel derby di una settimana fa, vorrà spingere la Serbia a centrare un successo che le garantirebbe la possibilità di continuare a sognare la qualificazione per gli Europei in programma la prossima estate.

In contemporanea al Vodafone Park di Istanbul – impianto di proprietà del Besiktas – andrà in scena la sfida del gruppo H tra Turchia e Andorra, fanalino di coda del raggruppamento. Formazione di casa che sarà obbligata a fare a meno di Cengiz Ünder, vittima di un infortunio muscolare in allenamento. Presente invece nella lista del ct turco Gunes il giovane centrale romanista Cetin, con i padroni di casa desiderosi di vendicare la sorprendente sconfitta con l'Islanda per continuare la serrata lotta al vertice del gruppo H con la Francia – recentemente battuta per 2-0 grazie alle reti di Ayhan e Ünder. A Belgrado e Istanbul si attende soltanto l'inizio della rispettive sfide, Kolarov e Cetin continuano a sognare Euro 2020.
Ieri sera in campo è scesa l'Olanda di Koeman: gli orange si sono tolti la soddisfazione di vincere il big match giocato in Germania (2-4) con una grande prestazione. È rimasto in panchina il nostro Justin Kluivert.