Una spina per Fonseca a quattro giorni dall'inizio della stagione. Si è fermato Leonardo Spinazzola. L'esterno sinistro proveniente dalla Juventus ha accusato un problema muscolare in allenamento ed è stato sottoposto ad una risonanza magnetica che ha evidenziato una distrazione al bicipite femorale sinistro. Le condizioni del ventiseienne di Foligno verranno adesso monitorate quotidianamente per stabilire i tempi di recupero. Quello che è certo è che il giocatore salterà l'esordio contro il Genoa nella prima giornata di campionato, in programma domenica alle 20.45.

L'infortunio arriva alla fine di un precampionato in cui il nuovo acquisto, arrivato per 29,5 milioni di euro nell'ambito dell'operazione che ha portato in bianconero Luca Pellegrini, si è messo in mostra per qualità tecniche e ha positivamente impressionato Fonseca. L'uomo che avrebbe dovuto far rifiatare Kolarov e - in particolar modo prima che la Roma concretizzasse l'acquisto di Zappacosta - all'occorrenza anche Florenzi, dovrà dunque fermarsi ai box. L'allenatore portoghese farà a meno di lui con il Genoa e, al momento non è possibile quantificare l'entità dello stop, forse anche nel derby, in programma il primo settembre alle 18. Poi ci sarà la sosta delle nazionali. Ma non è il caso di precorrere i tempi.

Una spina, una sola, o una delle poche, se consideriamo che durante tutta la preparazione (soprattutto perché la Roma è un po' scottata in materia rispetto al recente passato), i giocatori che sono al centro del progetto non hanno avuto praticamente alcun problema, se non di poco conto. Discorso a parte per i due che hanno ripreso a lavorare solo in questi giorni con il gruppo, ma per problemi diversi. Javier Pastore per affaticamenti muscolari e Jordan Veretout perché da riatletizzare dopo il mancato ritiro di Moena con la Fiorentina (dove aveva avuto anche un problema alla caviglia dopo uno scontro con Dabo nelle primissime sedute).

Ieri a Trigoria la solita seduta intensa di allenamento (oltre due ore). Si cominciano a forzare i ritmi in vista del campionato: soprattutto sul potenziamento muscolare. Fonseca ha tenuto la squadra in palestra per circa metà della seduta prima di scendere sul terreno del Campo "Testaccio" per proseguire gli allenamenti. Esercitazioni di possesso palla e fase di pressing ormai sono all'ordine del giorno. Spazio poi alla tattica e alla partita tra due squadre undici contro undici con il tecnico portoghese che ha provato anche quella che potrebbe essere la formazione di partenza contro la squadra dell'ex allenatore romanista Andreazzoli.

Varie le possibilità di scelta, anche se appare piuttosto logico che Fonseca insista con le ultime mosse: scontata la presenza di Pau Lopez, unico dei nuovi acquisti ad avere la certezza del posto, in difesa a questo punto ci saranno con tutta probabilità Florenzi, Jesus, Fazio e Kolarov. Pellegrini potrebbe partire di nuovo titolare in mediana, con affianco Cristante o Diawara, dietro ai trequartisti Ünder, Zaniolo e Perotti. Con Dzeko unica punta. Intanto Justin Kluivert, che ieri si è detto «pronto per la nuova stagione» sui suoi social, continua ad essere uno dei perni dell'Olanda Under 21. L'olandese è stato convocato per il match che gli oranje giocheranno martedì 10 settembre alle 19.30 contro Cipro nelle qualificazioni all'Europeo 2021 in Slovenia e Ungheria