Gianluca Mancini è ufficialmente un nuovo giocatore della Roma. Il difensore ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Roma Tv. Di seguito le sue parole. 

"Essere un giocatore di un club prestigioso come la Roma è un motivo d'orgoglio e ripaga dei tanti sacrifici fatti da quando ho iniziato a giocare a calcio. Arrivare in questa società prestigiosa mi rende un uomo felice. È stata una trattativa lunga, a gennaio c'era stata una chiacchierata, ma nulla di concreto. A giugno i discorsi sono andati molto avanti, volevo venire perché la società è importante. Più che a una rinuncia per l'Atalanta, è una scelta importante la Roma, difficile rifiutare. A Bergamo siamo arrivati in Champions, ma sono treni che passano, sono voluto salire su questo treno per iniziare questa nuova avventura. Mi sento molto migliorato come modo di approcciare le partite, ringrazio mister Gasperini. A livello fisico sono cresciuto, prima ero solo alto e magro, ora sono cresciuto fisicamente. Ho parlato col mister, mi ha detto un po' di cose che ho preferito tenere per me, non è da tutti i giorni. Non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura. La grande intensità è importante nel mio modo di vedere il calcio, fa ragionare l'avversario in poco tempo. Credo di avere queste caratteristiche, ho passato due anni in una squadra in cui l'intensità era l'elemento principale. Non vedo l'ora di lavorare col mister e sapere cosa vuole lui. Ai tifosi della Roma sento di dire massimo impegno, concentrazione e umiltà: ogni volta che andrò in campo sarà per sudare nella maglia e far gioire i tifosi, la società e i compagni".