Il dirigente sportivo italiano Pierpaolo Marino ha parlato ai microfoni di Sky Sport della situazione Roma:

"Parto da un principio. Sono stato presidente dei Ds, ritengo che non abbiamo bisogno di importarne dall'estero, ne abbiamo di bravi in Italia. Ritengo soprattutto che la figura del direttore sportivo abbia una veste completamente diversa da quella estera. Ci sarebbero dei tempi di acclimatamento da pagare - continua Marino -. Non so perché Franco Baldini non si esponga di più, lui ha le qualità per fare questo ruolo. Recupererei un patrimonio come Totti. Alla Roma non serve un Ds estero, si perderebbe del tempo. Alla Roma servirebbe un mago del mercato, per le situazioni di Schick, Nzonzi e Pastore, servono alchimie magiche per attirare compratori".

Il futuro allenatore della Roma?
"Credo che per il lavoro che fa la Roma, Sarri sarebbe ideale. Ma ho i miei seri dubbi che il Chelsea possa liberarlo, specie se finirà bene l'Europa League. Inoltre i blues hanno il mercato bloccato e andare a trovare un allenatore di livello che abbracci la causa di una società che non può comprare giocatore non è facile. Alla fine penso che Sarri rimarrà lì, ma sarebbe ideale perché con poco fa molto e valorizza i giocatori. Non ne utilizza un numero esorbitante, ma quei pochi che valorizza li esalta oltremisura".