Il "caso"

Zaniolo sì, Zaniolo no: ma nessuno si presenta per acquistarlo

Le parole di Nicolò non hanno fatto piacere ai tifosi. Non c’è in agenda un appuntamento col procuratore: non resta che aspettare le prossime puntate della telenovela

Zaniolo (As Roma via Getty Images)

Zaniolo (As Roma via Getty Images)

18 Giugno 2022 - 07:31

Ci mancava l'intervista a «Sportweek» di Nicolò Zaniolo ad alimentare una telenovela che sta andando avanti da mesi e che proseguirà chissà ancora per quanto. Intervista che non ha fatto piacere a molti tifosi, in particolare quel riferimento «ai grandi club» che lo vogliono (vorrebbero) non ha fatto piacere. La Roma, dal canto suo, ha fatto sapere che era a conoscenza dell'intervista (ma nessuno dell'ufficio stampa era presente) e che è stata rilasciata tre settimane prima della finale di Tirana (le battute sulla vittoria in Conference sono state aggiunte a trofeo vinto).

Ma questo, francamente, può interessare poco. Semmai, al centro della questione, è il futuro del ventidue giallorosso che ha un contratto con scadenza il trenta giugno del 2024. La situazione, almeno a noi, ci sembra piuttosto chiara. La Roma, a fronte di un'offerta da sessanta milioni, è pronta a discutere di una cessione. Il giocatore non ha chiuso le porte, anzi, a un eventuale addio alla Roma dopo quattro stagioni (due purtroppo trascorse in infermeria). A meno che non ci si metta intorno a un tavolo per discutere di un nuovo contratto a cifre decisamente superiori ai due milioni e mezzo netti garantiti da quello in corso. Cosa che, al momento, per quello che sappiamo, non è all'orizzonte perché c'è stato garantito che, a ieri, non è stato ancora fissato un appuntamento tra Tiago Pinto e il procuratore di Nicolò, Claudio Vigorelli.

Il giocatore, inutile girarci intorno, è rimasto male per il fatto che la società non abbia voluto chiudere prima la questione. In questo senso, sempre per quello che c'è stato raccontato, la Roma probabilmente un errore lo ha commesso. Perché nel gennaio scorso l'accordo per un prolungamento fino al 2026 a tre milioni netti più bonus era stato trovato, solo che si è deciso di rimandare a quest'estate la firma. E ora le cose sono cambiate. Visto che c'è stato il prolungamento per Mancini, la scadenza è più vicina (in pratica un anno dato che tra dodici mesi il valore del cartellino sarebbe dimezzato) e, anche, che in particolare Juventus e Milan hanno fatto capire di essere interessate a Zaniolo. Cosa che non può stupire. Ma se ti piace un giocatore, è necessario pure formalizzarlo con un'offerta.

Ecco, a Trigoria, sempre fino a ieri, non è arrivata una che fosse una offerta per il cartellino di Zaniolo. Forse perché i club interessati sono stati spaventati dai sessanta milioni che la Roma ha fatto filtrare come richiesta per il cartellino? Forse perché sia Juventus che Milan non è che navighino nell'oro come magari, soprattutto per i bianconeri, è stato fino a qualche anno fa? Forse perché tra il dire e il fare c'è di mezzo un mare di cash? Forse quello che vi pare, ma la situazione è che Zaniolo piace, ma nessuno si presenta per acquistarlo. E allora non resta che aspettare le prossime puntate della telenovela.

© RIPRODUZIONE RISERVATA