il mercato

Il Monza vuole Elsha e Bove, Pinto studia lo scambio Veretout-Celik

Mourinho non ha nessuna intenzione di cedere il centrocampista italiano e per il Faraone serve l’offerta importante da parte di Galliani

El Shaarawy esulta con la maglia della Roma (Getty Images)

El Shaarawy esulta con la maglia della Roma (Getty Images)

06 Giugno 2022 - 07:32

E' un mercato ancora rallentato. Mancano quasi tre mesi alla chiusura, tutti i club in questo momento, causa mancanza di liquidità, si stanno concentrando sulle possibili cessioni che, in molti casi, poi dovranno servire a finanziare gli acquisti. Tutti così, meno il Monza di Berlusconi e Galliani che dopo la prima, storica, promozione in serie A, si sta muovendo in grande. E tra le tante idee di un dirigente come Galliani, ce ne sono anche un paio che portano a Trigoria. Da dove vorrebbe prendere due giocatori: Edoardo Bove e Stephan El Shaarawy. Il giovane centrocampista con la formula del prestito e diritto di riscatto, il secondo acquistando il cartellino. Difficile, se non impossibile, per Bove (a meno di un'offerta indecente per il cartellino superiore ai dieci milioni), non facile neppure per il Faraone che ha uno stipendio da oltre tre milioni per l'ultimo anno di contratto, ma che può vantare, insieme al fratello, un rapporto consolidato con Galliani dai tempi del Milan. C'è poi il fattore Mourinho, che poi è il principale. Lo Special One sul ragazzo cresciuto a Trigoria, dopo averci lavorato un anno, ci punta per completare il centrocampo per il suo secondo anno sulla panchina giallorossa. E potrebbe essere disponibile a far partire El Shaarawy solo a patto che arrivi un attaccante garantito.

Matic a parte, Pinto in questi giorni di (presunta) vacanza nella sua Lisbona, sta lavorando soprattutto alle cessioni, indispensabili per poi potersi muovere con un budget più importante sul fronte degli acquisti. In particolare il ds giallorosso vorrebbe chiudere in tempi ragionevolmente brevi la questione Veretout. Il centrocampista francese è sul mercato, ma ci sono un paio di considerazioni a stoppare la questione. La prima è relativa a un contratto di ancora due anni che al netto dice due milioni e ottocentomila euro a stagione. La seconda è la valutazione del cartellino che fanno a Trigoria, quindici milioni. Numeri che di fatto azzerano o quasi le possibilità di moltissimi club. In piedi, per quello che ci risulta, c'è un abbozzo di trattativa con il Marsiglia che, dopo Ünder e Pau Lopez, è intenzionato a pescare nuovamente in casa giallorossa. La cifra però è ritenuta esagerata. Così come in casa Lille dove la Roma sta trattando l'esterno destro turco Celik, valutato dal club francese proprio quindici milioni, cifra che a Trigoria considerano fuori mercato considerando che il giocatore ha un contratto in scadenza tra tredici mesi. In pratica alla Roma starebbe bene uno scambio con il turco ma a patto di incassare almeno cinque milioni. Al Lille da questo orecchio non ci sentono.

In chiave cessioni, nei prossimi giorni potrebbe sbloccarsi (forse) quella definitiva di Florenzi al Milan alla metà (compreso un premio Champions) dei quattro milioni e mezzo pattuiti un anno fa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA