I romanisti sanno come si fa a vincere un derby. Lo di cono i numeri. Sono 21 i componenti della rosa della Roma che hanno preso parte ad almeno una sfida cittadina nel corso della loro carriera per un totale di 259 partite disputate in 18 città diverse. Un viaggio che va dall'Argentina alla Turchia attraverso 13 nazioni. Qualcuno ha girato il mondo più di altri, Olsen ha giocato derby in Grecia, Danimarca e Italia. Come Fazio, che oltre a quello di Roma ha giocato derby a Londra e Siviglia, e Kolarov, con le stracittadine di Manchester e Belgrado. Di questa Roma solo Nicolò Zaniolo e Justin Kluivert non sono mai stati coinvolti in derby tra i professionisti. Entrambi hanno visto la gara d'andata dalla panchina e quello di sabato potrebbe essere la loro prima stracittadina. In realtà il numero 22 ha vissuto il derby di Milano con la Primavera dell'Inter con un bilancio di una vittoria e una sconfitta senza gol. In totale i romanisti hanno vinto 139 partite su 259 che equivalgono al 53,6% di quelle disputate. Se a questo dato sommiamo i pareggi il coefficiente di imbattibilità sale al 75,6%. Dei 23 romanisti impegnati nei derby in giro per il mondo sono 12 i marcatori diversi per un totale di 36 reti.

Figli di Roma

Per i tre romani e romanisti presenti nella rosa giallorossa il derby di sabato non può essere una partita come le altre. Guida il gruppo Daniele De Rossi che con 30 derby giocati è il romanista con più sfide cittadine giocate in assoluto. Il ruolino del Capitano è di tutto rispetto: con 14 vittorie e 7 pareggi è rimasto imbattuto contro la Lazio per il 70% delle volte. Solo due i gol realizzati dal numero 16 che purtroppo corrispondono a 2 delle 9 sconfitte totali. Segue Alessandro Florenzi che in 11 derby giocati ne ha vinti 6 e pareggiati 4. Ha realizzato una sola rete, nella vittoria per 4-1 del 3 aprile del 2016 in cui indossava anche la fascia di capitano per la contemporanea assenza di De Rossi e Totti. L'ultimo in ordine di tempo è Lorenzo Pellegrini che ha fatto il suo esordio assoluto nel derby di Roma nel corso della gara d'andata quando è subentrato all'infortunato Javier Pastore. Debutto bagnato con il gol di tacco sotto la curva nord che ha aperto le marcature nella vittoria finale per 3-1 della Roma e lo ha rilanciato nelle gerarchie del centrocampo giallorosso.

Gli specialisti

Chi si accende quando sente aria di derby è Dzeko. Quando vestiva la maglia del Manchester City ha realizzato 5 gol in 9 partite contro i vicini dello United con 2 doppiette, una delle quali nel memorabile 1-6 all'Old Trafford del 23 ottobre 2011. Solo 2 le reti realizzate alla Lazio, entrambe nella sua prima annata in giallorosso. Con 7 gol all'attivo resta comunque il bomber da derby di questa squadra, seguito da Ünder che ha realizzato 5 gol nei derby di Istanbul con il Basaksehir contro Besiktas e Fenerbahce. Chiudono il podio Kolarov e Pastore con 4 reti a testa. Per El Flaco da ricordare la doppietta nella vittoria per 4-0 dell'Huracan contro il River Plate. L'argentino, insieme a Ünder, è anche quello che ha affrontato più avversari. Entrambi hanno giocato 6 diverse sfide cittadine, il primo a Buenos Aires l'altro a Istanbul. A modo loro sono specialisti anche Schick e Juan Jesus. L'attaccante ceco è imbattuto nei derby a partire da quelli giochi in patria quando vestiva la maglia del Bohemians contro Slavia e Dukla Praga fino a quelli italiani con le maglie di Roma e Sampdoria. Il brasiliano può considerarsi è un talismano giallorosso essendo imbattuto nei 5 derby giocati a Roma.

Ricerca a cura di Dario Moio e Lorenzo Latini