Ticket

Entusiasmo a mille: contro il Leicester i biglietti più veloci della storia

Pochi minuti dopo la bella vittoria sul Bodø venduti 2.000 biglietti per il ritorno. 17mila il totale in prelazione. Una partecipazione straordinaria del tifo giallorosso

Tifosi della Roma (Getty Images)

Tifosi della Roma (Getty Images)

16 Aprile 2022 - 07:23

Nella notte tra giovedì e venerdì c'era già chi mandava su Whatsapp lo screenshot del proprio biglietto. C'era scritto "Roma-Leicester, semifinale di Conference League". Save the date: 5 maggio. Non era mai successo che al 90' di una partita si aprisse la vendita per la prossima. Scene mai viste, soprattutto perché in poco più di un'ora erano già stati venduti 2.000 biglietti e il sito della Roma era stato preso d'assalto già da tifosi che uscivano dallo stadio festanti dopo la qualificazione per la semifinale di Conference League ai danni del Bodø/Glimt. Non solo, nella giornata di ieri il totale degli abbonati che ha confermato il proprio posto per la sfida di ritorno agli inglesi allenati da Rodgers, si è attestato all'80%: 17.000 spettatori già garantiti.

Incredibile l'entusiasmo che sta accompagnando la Roma di Mourinho, basti pensare che la gara con il Bologna del 1° maggio e quella successiva col Venezia hanno già fatto registrare oltre 50.000 biglietti venduti. Insomma, se verrà confermata la data, la gara con i rossoblù che sarà l'intramezzo delle due partite valide per la terza semifinale europea in quattro anni raggiunta, per la festa dei lavoratori ci sarà giusto il tempo di una scampagnata e poi ci sarà solo l'AS Roma. Il 2022, che ha visto le graduali riaperture e il ritorno alla normalità post emergenza sanitaria, si è aperto e sta continuando all'insegna di un effetto straordinario del tifo romanista: Mourinho, l'effetto derby, la Conference che può diventare un sogno da realizzare, la policy del club di prezzi popolari e innumerevoli promozioni per abbonati, famiglie e più giovani. Ma si è solo confermata una tendenza che emergeva anche durante i periodi di restrizioni: i romanisti hanno sempre riempito ogni stadio o settore che si poteva riempire.

Adesso che la squadra sta dimostrando una crescita mentale e di risultati, per fortuna si è tornati alla capienza al 100%, che spesso non basta neanche, come dimostrano i dati delle ultime partite. Quasi 130.000 ingressi tra Salernitana e Bodø e altrettanti sono in previsione per le prossime partite casalinghe, indipendentemente dalla caratura dell'avversario o dalla competizione. Una partecipazione e un riavvicinamento straordinari del tifo giallorosso, dopo due anni difficili per la pandemia e dopo l'avvento della nuova proprietà che ha cambiato e sta cambiando la Roma. Perché anche così, con i battesimi del tifo che si stanno "celebrando" in questa stagione e grazie a personaggi come José Mourinho si crescono le nuove generazioni e si convincono gli eventuali scettici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA