Il 12 settembre 2015 decidono Iago Falque e Iturbe nell'unico precedente ufficiale tra la Roma e il Frosinone in terra ciociara: sulla nostra panchina siede Rudi Garcia, su quella dei giallazzurri Roberto Stellone. In campo dall'inizio sia Totti sia Dzeko, entrambi sostituiti nella ripresa. In una partita non facile, complice l'atteggiamento iper-difensivo dei canarini, il vantaggio lo firma l'ala spagnola poco prima dell'intervallo. In pieno recupero è Juan Manuel Iturbe a chiudere i conti dopo un secondo tempo di sofferenza.

Lo "Stirpe" è ancora in fase di progettazione e sviluppo, si gioca al Comunale - o meglio: al "Matusa" - circondato da palazzi sui quali si assiepano centinaia di spettatori non paganti. È la prima e unica sfida in Serie A tra giallorossi e ciociari, che nel corso degli anni si sono incrociati però in amichevole.

Il 4 aprile del 1948 a Frosinone la squadra allenata da Brunella vince 3-1 grazie al gol di Di Paola e alla doppietta di Amedeo Amadei. Proprio il "Fornaretto" passerà per la Ciociaria, ma da direttore tecnico, nella stagione 1966-67, con i giallazzurri in Serie C. Pochi anni dopo, nel 1974, su quella panchina si siede anche un'altra vecchia conoscenza romanista: Amos Cardarelli, che non riesce però a evitare la retrocessione in Serie D.

Torniamo tra i Monti Ernici il 25 febbraio 1971, per un 6-1 che porta le firme di Selvatici, Petrelli, Zigoni e le doppiette di Cappellini e Cordova. Quindi bisogna attendere 32 anni per un nuovo confronto: il 9 gennaio 2003 la Roma di Capello, davanti a 4000 spettatori e sotto un diluvio torrenziale, vince 4-2: segnano Delvecchio, Totti, Tommasi e Dellas. Quindi altre due amichevoli tra il 2007 e il 2008, sempre in agosto: entrambe finiscono 1-0 per noi, con i gol di Alvarez prima ed Esposito poi.