Avversari

Roma-Juventus non è mai una partita come tutte le altre. Quella con i bianconeri è una delle rivalità più accese della storia giallorossa. Questo pomeriggio la Roma giocherà per la 98esima volta contro la Juve in casa: solo l'Inter è stata sfidata di più.

Bosniaci

Al debutto in campionato all'Olimpico con la maglia della Roma, il 30 agosto 2015 Edin Dzeko segna contro la Juventus raddoppiando il gol del suo connazionale bosniaco Pjanic. A nulla serve la rete di Dybala: finisce 2-1.

Candela

Non segnava spesso, ma quando gli capitava non lo faceva mai in modo banale. Il 15 novembre 1998 Vincent Candela firma uno dei suoi 14 gol in Serie A con la maglia della Roma contro la Juventus allo stadio Olimpico: dopo aver ricevuto sulla sinistra da Di Francesco, il laterale francese punta e salta Birindelli, si avvicina all'area piccola e lascia partire un potentissimo destro che si infila sotto la traversa battendo Peruzzi. È il gol del raddoppio dopo il vantaggio di Paulo Sergio, finisce 2-0 per la Roma.

Delusione

Il 14 febbraio 1990 la Roma ospita la Juventus nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. All'andata a Torino è finita 2-0 per i bianconeri, e alla squadra di Radice serve un'impresa per arrivare in finale. L'inizio è dei migliori: dopo soli 9' la Roma passa in vantaggio con Di Mauro, e poco prima della mezz'ora riesce anche a raddoppiare con Bonetti. Nella ripresa però, il sogno sfuma: prima Alessio e poi Schillaci segnano per i bianconeri, rendendo vano il gol del definitivo 3-2 firmato da Tempistilli.

Esordio

Contro la Juventus ci sarà l'esordio assoluto con la maglia della Roma per Ainsley Maitland-Niles, il laterale appena approdato a Trigoria dall'Arsenal. L'inglese sarà chiamato a sostituire Rick Karsdorp, squalificato. Scenderà in campo insieme ad altri due connazionali, Chris Smalling e Tammy Abraham: per la prima volta nella sua storia la Roma schiererà dall'inizio tre calciatori inglesi.

Fabio

Don Fabio Capello è stato due volte doppio ex: prima da giocatore (giallorosso dal ‘67 al ‘70 e juventino dal ‘70 al ‘76), poi da allenatore (alla Roma dal 1999 al 2004 e alla Juve dal 2004 al 2006).

Gervinho

Nel primo anno di Garcia la Juventus non è una rivale solo per lo scudetto. I bianconeri sono avversari anche ai quarti di Coppa Italia: il 21 gennaio 2014 una zampata di Gervinho a 10' dalla fine vale l'1-0 che qualifica i giallorossi.

Haessler

Nell'estate del 1991 il giovane portiere prodigio Angelo Peruzzi, prodotto del vivaio romanista, passa alla Juventus in cambio del centrocampista campione del mondo Thomas Haessler, che resta alla Roma fino al 1994.

Infortunio

Una fenomenale progressione interrotta sul più bello. Il 12 gennaio 2020 Zaniolo galoppa verso la porta di Szczesny quando il crociato del ginocchio destro fra crac e il 22 si accascia a terra in lacrime.

Laterali

Nell'estate del 2018 la Roma e la Juventus perfezionano lo scambio di due laterali mancini: Luca Pellegrini passa alla Juventus, Leonardo Spinazzola alla Roma.

Missile

Il 16 febbraio 2013 la Roma di Andreazzoli (approdato sulla panchina giallorossa due settimane prima) ospita in casa la Juventus. Intorno all'ora di gioco è Francesco Totti a sbloccare il risultato con un potentissimo destro dalla distanza: è il gol del definitivo 1-0.

Netto

Il 28 maggio 1995 la Roma di Carlo Mazzone si impone con un netto 3-0 sulla Juventus fresca campione d'Italia allo stadio Olimpico: decisivi per il successo un autogol di Tacchinardi, un rigore di Fonseca e la rete di Abel Balbo.

Obiettivo

Sin dalla sua stagione d'esordio, Zaniolo è entrato nella lista dei desideri della Juventus. La Roma e Nicolò tuttavia non hanno alcuna intenzione di perdersi di vista.

Portiere

Wojchiec Szczesny torna allo stadio Olimpico da ex. Il portiere polacco ha vestito la maglia della Roma per due stagioni, dal 2015 al 2017, prima di fare ritorno all'Arsenal e essere definitivamente ceduto alla Juventus.

Quattro a zero

L'8 febbraio 2004 la Roma strapazza 4-0 la Juve: celebre il gesto di Totti a Lippi: «Sssh! 4-0 e a casa».

Ruolino

Tra la stagione 1936/1937 e la stagione 1941/1942 la Roma inanella una serie di sei vittorie consecutive in casa contro la Juventus in campionato: 3-1, 2-1, 1-0, 3-1, 3-0, 2-0. È la striscia di vittorie più lunghe ottenuta dai giallorossi contro i bianconeri.

Scambio

Nell'estate del 1970 la Roma confeziona un triplice scambio molto contestato dai propri tifosi con la Juventus: in bianconero vanno Capello, Spinosi e Landini; in giallorosso approdano Vieri, Del Sol e Zigoni.

Testaccio

Il 15 marzo 1931 la Roma ottiene una della vittorie più belle della sua storia. A Campo Testaccio la squadra di Burgess sbaraglia la Juventus e vince 5-0: quel successo ispirerà un film, e per la colonna sonora verrà composta "La canzona de Testaccio".

Ultima

L'ultima vittoria della Roma in casa contro la Juventus è datata 12 maggio 2019: quella sera all'Olimpico decidono i gol di Dzeko e Florenzi (2-0).

Veretout

L'ultima sfida casalinga contro la Juventus è finita 2-2. Per la Roma a segno Jordan Veretout, autore di una doppietta: prima trasforma il calcio di rigore del vantaggio, poi in ripartenza firma il momentaneo 2-1 dopo il pareggio di Cristiano Ronaldo.

Zibì

Dopo aver vestito la maglia della Juventus per tre stagioni, nell'estate del 1985 Zibì Boniek passa alla Roma, dove resta fino al 1988.