Il conto alla rovescia verso la ripresa dei lavori a Trigoria dice -1: domani la Roma tornerà ad allenarsi dopo la settimana di "rompete le righe" concessa da José Mourinho in occasione delle feste natalizie. Nel mirino, ovviamente, la prima partita del 2022: una sfida di assoluto fascino, a San Siro contro il Milan, per inaugurare il nuovo anno solare. Sette giorni precisi di vacanza per Mancini e compagni, che ne hanno approfittato per trovare relax all'estero o in famiglia; domani tutti convocati al "Fulvio Bernardini" di Trigoria, dove si sottoporranno a un giro di tamponi e inizieranno la preparazione del big-match esterno contro i rossoneri.
La buona notizia per José Mourinho è il recupero di Lorenzo Pellegrini, pronto a lavorare in gruppo: il Capitano ha deciso di anticipare il rientro dalle vacanze (è stato a Dubai, assieme a Mancini) per farsi trovare pronto dopo lo stop di un mese per l'infortunio muscolare al quadricipite della gamba destra riportato contro il Torino. Sbarcato a Roma il giorno di Santo Stefano, dal 27 il Capitano si sta allenando individualmente a Trigoria per recuperare la migliore condizione: un gesto che dimostra una volta di più - semmai ce ne fosse bisogno - l'attaccamento del numero 7 alla maglia giallorossa. L'obiettivo di "Lollo", ovviamente, è quello di essere titolare a San Siro, per guidare i compagni nel tentativo di battere un'altra grande dopo il poker all'Atalanta del 18 dicembre. Lo "Special One", dal canto suo, può sorridere: in attesa di qualche rinforzo dal mercato invernale, il tecnico portoghese avrà a disposizione l'intera rosa, eccezion fatta per Ebrima Darboe (che ha risposto alla convocazione del Gambia per l'imminente Coppa d'Africa) e Leonardo Spinazzola. A proposito di calciomercato di gennaio, il terzino sinistro dovrebbe tornare ad allenarsi con i compagni proprio intorno alla fine del prossimo mese, quindi in concomitanza con la chiusura della finestra di compravendite di metà stagione. Il rientro di Leo sarebbe un rinforzo a tutti gli effetti per Mou, che finora non ha mai potuto contare sul laterale sinistro. Domani sarà a disposizione anche Tammy Abraham: la forte contusione alla caviglia che lo ha costretto a uscire all'inizio del secondo tempo contro la Sampdoria non desta preoccupazione e l'attaccante inglese è pronto a tornare al lavoro.
Difficile fare già ipotesi di formazione, ma Mourinho con ogni probabilità confermerà l'assetto a tre dietro, con Mancini, Smalling e Ibañez davanti a Rui Patricio. Il dubbio principale riguarda proprio la posizione di Pellegrini, in grado di agire sia da mezzala (nel ruolo che di recente ha ricoperto Mkhitaryan) sia qualche metro più avanti, sulla trequarti, a ridosso delle due punte.