Ancora poche ore a disposizione per chi fosse interessato a passare la domenica in quel di Bergamo. Domani alle ore 15 la Roma sarà attesa dalla difficile sfida sul campo dell'Atalanta. Lo farà sapendo di poter contare sul sostegno incondizionato di oltre un migliaio di romanisti. Iniziata nel pomeriggio di giovedì 17, la vendita dei tagliandi per il settore ospiti dello stadio Atleti Azzurri d'Italia terminerà alle 19 odierne, come imposto dal regolamento. Un settore pieno a metà, considerando la capienza ufficiale di 2.262 posti a sedere.

Biglietti che possono così essere ancora acquistati al costo di 33 euro più 2 di spese di commissione, esclusivamente presso le ricevitorie abilitate della rete Ticketone e previa presentazione di una tessera di fidelizzazione (Roma Card, Club Privilege o Card Away). Oltre mille romanisti si sono assicurati la possibilità di prendere posto, rigorosamente in piedi, nei "Distinti ospiti" dell'impianto del club bergamasco. Altri ancora si aggiungeranno nel corso delle prossime ore anche se, numeri alla mano, appare remota la possibilità di assistere a un tutto esaurito, nonostante l'importanza della sfida e l'orario d'inizio favorevole in vista del rientro nella Capitale.

Nonostante l'aumento del costo dei tagliandi pari a 10 euro rispetto all'ultimo precedente di campionato, molti romanisti non hanno esitato ad assicurarsi la possibilità di passare una nuova domenica seguendo la Roma. Tanti lo faranno raggiungendo Bergamo con mezzi privati, motivo per cui come di consueto sarà messo a disposizione un parcheggio dedicato nelle vicinanze dell'uscita dell'autostrada A4. Luogo da cui partiranno le navette (andata e ritorno) verso il prefiltraggio posto ai piedi del settore ospiti (incrocio tra Via Crescenzi e Piazzale Goisis). L'Atalanta, infine, ha diramato una nota sul proprio sito ufficiale con tutte le informazioni dedicate alla tifoseria giallorossa in vista della trasferta. Ultimo giorno utile quindi per unirsi ai romanisti alle prese con la trepidante attesa di poter dar vita alla prima trasferta del 2019: un biglietto nelle tasche, una sciarpa per combattere il vento gelido del Nord e una bandiera da sventolare con fierezza.