Nessun pasto è gratis, in economia come nel calcio: se qualcuno fa qualcosa di buono, e trova più spazio, qualcun altro lo perde. E la magnifica doppietta di Felix Afena-Gyan domenica sera con il Genoa è una gran bella notizia per Mourinho, Tiago Pinto e tutti i tifosi della Roma, ma finirà per creare problemi agli altri attaccanti in panchina, da Shomurodov a Borja Mayoral, passando per Carles Perez, che gioca in un ruolo diverso, ruolo che però potrebbe sparire se Mourinho optasse per un modulo diverso, con il ghanese al fianco di Abraham. Sicuramente non lo farà domani, visto che a inizio stagione Felix era un attaccante della Primavera, neppure certo del posto da titolare, e non si era posto il problema di inserirlo in lista Uefa: l'allegato B, quello riservato ai giovani, resta aperto, ma lui, che è stato acquistato lo scorso primo febbraio, non può rientrarci perché servono due anni di tesseramento nel club. E così - sempre ammesso che Mourinho decida di far riposare Abraham, tra la gara di domenica sera con il Genoa, giocata dall'inizio alla fine, e quella di domenica alle 18 col Torino - Shomurodov e Borja Mayoral dovranno sfruttare la gara di domani sera per non perdere troppo terreno rispetto al 18enne col numero 64, che in soli 94' in prima squadra ha segnato gli stessi due gol fatti (in campionato) da Abraham, El Shaarawy e Mkhitaryan. Più facile che tocchi all'uzbeko, ovviamente, visto che lo spagnolo potrebbe salutare nel mercato di gennaio (il cartellino è del Real Madrid, e non sarà la Roma a dovergli trovare una nuova sistemazione), ma domenica sera, contro la squadra che lo aveva portato in Italia nell'estate del 2020, Eldor ha sprecato un paio di occasioni non troppo difficili, tanto che Mourinho lo ha richiamato in panchina a 16' dalla fine per inserire il match winner. Qualcosa dovrà cambiare il tecnico portoghese, visti tre impegni in 8 giorni, ma le alternative non sono molte, con Cristante e Villar fermati dal Covid, e tutti e tre i terzini sinistri in rosa out per infortunio. Di sicuro non toglierà Veretout, che non ci sarà domenica contro il Torino visto che il quinto giallo, preso a Marassi, ha fatto scattare un turno di squalifica, tornerà dal primo minuto Zaniolo, dopo la panchina di domenica, da capire se in mediana si rivedrà Darboe - deludente con il Bodø - o Diawara, che non vede il campo dal 6-1 in Norvegia.

L'arbitro

Ieri è stata resa nota la quaterna arbitrale, tutta romena, che sarà all'Olimpico domani sera: dirige Istvan Kovacs, assistenti Mirenscu e Artene, quarto uomo Chvulete. Kovacs lo scorso anno aveva diretto Braga-Roma 0-2.